Indice Ftse Mib, i target sono molto ambiziosi

Scritto il 30 Ottobre, 2015 - 7:59 da Fabio Troglia
Pubblicato in
3386 letture
Tag

Indice Ftse Mib, i target sono molto ambiziosi.Oggi vediamo, dopo le varie decisioni di politica americana, quale possa essere il futuro grafico e di prezzi per il listino di Piazza Affari.

FTSE MIB40 Index

FTSE MIB40 Index

Prima di analizzare l’indice Ftse Mib dal punto di vista grafico, dobbiamo fare alcune precisazioni e ragionamenti importanti a livello di politica monetaria. Rispetto al passato, possiamo notare che la Bce capitanata da Mario Draghi risulta essere certamente molto decisa e chiara nella sua politica monetaria.Obiettivo d’inflazione al 2% a qualsiasi costo.

Ora la situazione è molto più semplice per Draghi, forse per la recente crisi d’immagine che ha investito al Germania, ma sarà un caso, Draghi sembra che possa decidere quello che vuole nella massima libertà, mentre prima era sempre fortemente ostacolato.

I piani di Draghi:

*Aumentare il discount rate, questo è necessario per aumentare la platea dei titoli acquistabili. Questa manovra permetterebbe di acquistare nuovamente Bund tedeschi, che oggi non solo acquistabili perché già arrivati al livello minimo di rendimento consentito dello 0.20.

*Prolungare il tempo del Quantitative easing.

*Aumentare l’importo complessivo degli acquisti.

*Tutti questi punti, portano a una considerazione importante, che potrebbe essere l’arma nuova di Draghi di Dicembre.Ossia estendere il piano di acquisti anche agli azionari.Questa possibilità a mio avviso è molto probabile, per una ragione semplice. Io ho un numero limitato di titoli che posso acquistare, se devo aumentare gli importi da investire come posso fare? Un primo step e il discount rate, ma questo non basterà e quindi finiti i bonds che cosa rimarrà da acquistare? Titoli azionari.

Ora vediamo dal punto di vista dell’analisi tenacia che cosa ci racconta l’Indice Ftse Mib?

Dal livello di 20500 abbiamo avuto la ripartenza del nuovo ciclo al rialzo.
Ricordiamoci che il ciclo di borsa appena concluso era un ciclo rialzista, quindi ora dobbiamo aspettarci che anche quello in corso sia un ciclo positivo, la forza a mio avviso verrà determinata dalla decisioni delle banche centrali.
Dal punto di vista numerico, mi aspetto un indice italiano a 24000 mila punti entro la fine dell’anno, se poi Draghi deciderà di spingere anche sull’azionario, allora dovremo alzare il target a 26000 mila punti, come strategia a cui prendere profitto in maniera importante.

Oltre che sull’indice italiano mi permetto di segnalarti anche molte operazioni interessanti che abbiamo fatto:

Rendimento del Portafoglio del trader.

Sulle singole azioni. Ci sono in questo momento tante operazioni di trading online interessanti che vanno assolutamente sfruttate, ma devi sapere come farlo per trarre il massimo profitto.

Se vuoi seguire la mia operatività in real time e replicare le performance appena viste:

Portafoglio del trader.

Per concludere la mia vision, di medio termine sul Piazza Affari, mi aspetto che il mercato sia molto orientato al rialzo e se non ci saranno effetti esogeni oggi non quotati, vedremo tra alti e bassi dei prezzi azionari sul listino italiano in salita, con alcune storie interessanti da cavalcare perché oggetto di scalate o di fusioni.

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.