India: spiazza tutti e alza i tassi

Scritto il 20 Settembre, 2013 - 9:33 da Fabio Troglia
Pubblicato in
1714 letture

India: spiazza tutti e alza i tassi.Stamane l’India decide a sorpresa di alzare i tassi di interesse,vediamo questo cosa comporta in termini di flusso di denaro.

India

India

Prime reazioni,la borsa è crollata del 2.47 % dopo un bel recupero in questi ultimi periodi.Quindi dal punto di vista del flusso di denaro, quello della banca Indiana come il gesto della banca brasiliana poco tempo fa, stanno causando una uscita di denaro da queste borse e in generale uscita dalle borse emergenti,questo è il trend, finchè non si fermerà l’idea che le banche centrali dei paesi emeregenti possano ancora toccare i tassi di interesse al rialzo.Nel breve, visto il rischio paese non penso che questi flussi andranno nell’obbligazionario indiano, perchè un po per i rischi solidità,ma soprattutto per il rischio valuta…quindi con buona probabilità dovrebbero andare verso l’azionario la cui banca centrale non ha intenzione di alzare i tassi nel breve.Abbiamo quindi Usa ed Europa che effettivamente stanno facendo molto bene.Il problema che questi flussi creano delle anomalie e delle bolle, lo vediamo con la valutazione di Sp500, perchè non si investe sulla base della realtà,ma presi dalla necessità di remunerare la propria massa liquida, quindi non si compra il meglio,ma il meno peggio il più sicuro…

Da qui a fine anno, tolta una pausa per eliminare il forte ipercomprato di questi giorni vedremo flussi di denaro ancora verso Equity americano ed Europa e anche verso il Treasury.Fra tutti, il Treasury mi sembra il prodotto più interessante, perchè ha in relazione al rischio dei rendimenti molto elevati e poi quando ci sarà il panico ne beneficierà doppiamente.

Fonte: Finanz.com

Mossa a sorpresa da parte della banca centrale indiana. The Reserve Bank of India ha infatti deciso di rivedere verso l’alto i tassi di riferimento di 25 punti base, portandoli al 7,5% dal precedente 7,25%. Si tratta del primo rialzo dal 2011. Gli analisti si attendevano una conferma dei tassi al 7,25%. La banca centrale indiana ha inoltre ridotto il marginal standing facility (MSF) dal 10,25% al 9,5%, con effetto immediato.

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.