Immigrati in Italia: i figli sono italiani

Scritto il 14 Luglio, 2013 - 12:02 da Fabio Troglia
Pubblicato in
3279 letture
Tag

Immigrati in Italia: i figli sono italiani, questa sarà una novità che verrà presto introdotta in Italia,una norma che nasconde un grosso problema per il paese Italia,vediamo di che cosa si tratta.

Immigrati in Italia

Immigrati in Italia

Partiamo da un esempio concreto con Malta,qui una volta i figli degli immigrati erano maltesi,oggi vi faccio un esempio con mia figlia,nonostante sia io che mia moglie siamo regolarmente inquadrati a Malta,nostra figlia Sveva non è cittadina maltese,non ha diritto al passaporto maltese.In passato la leggere era diversa, era come oggi vuole fare l’,perchè questo fenomeno di controtendenza dell’Italia?

Vediamo la dichiarazione del ministro Boldrini riguardo gli Immigrati in Italia:

Il Capo dello Stato ha ricordato piu’ volte ai partiti che i figli di immigrati in Italia sono parte del nostro tessuto sociale e che la legge sulla cittadinanza deve aggiornarsi ai tempi. Mi auguro che l’invito del Presidente, che e’ anche il mio, possa essere ascoltato dai partiti uscendo da logiche di contrapposizione’. Lo ha detto questa mattina a Lamezia Terme, la presidente della Camera Laura Boldrini, a margine della cerimonia di conferimento della cittadinanza onoraria a 400 ragazzi figli di immigrati ma nati in citta’ .

Dietro un falso mesaggio del capo dello Stato, che finge di celare umanità, vi è un problema molto grave che sta attanagliando l’Italia,ossia il fenomeno opposto agli immigrati in Italia,ma bensi l’emigrazione degli italiani dal bel paese.Quindi oggi l’Italia deve assolutamente correre ai ripari e “importare”, scusate il termine non felice,ma che serve per rendere bene l’idea,importare popolazione giovane che in un futuro possa contribuire alla crescita del paese.

Quindi se vi ricordate un mio vecchio articolo,ecco qui il trend dell’Italia, ha deciso di favorire l’emigrazione dei cervelli e di reintegrarli con immigrati in Italia  che abbiano meno pretese,meno cultura, meno aspettative,di modo da non dover ammodernare le sue strutture,da non doversi preoccupare della fatiscenza delle scuole ecc..L’obiettivo della politica italiana è quello di riportare l’Italia indietro di cinquanta anni, per renderla nuovamente competitiva.Quindi a livello di tessuto sociale l’Italia diverrà come un paese in via di sviluppo,ci sarà una classe molto benestante e una molto povera mentre non ci sarà più la classe media.

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.