Dopo il dragone, che cosa faranno i mercati?

Scritto il 5 Settembre, 2014 - 11:50 da Fabio Troglia
Pubblicato in
4229 letture
Tag

Dopo il dragone, che cosa faranno i mercati? Ieri abbiamo avuto una bella sorpresa dal caro dragone,che ha spiazzato ancora una volta tutti, ma ha delineato una strada.

Dragone

Dragone

Ieri è iniziata l’epoca del Quantitative easing Europeo, diverso come tecnica rispetto a quello americano.

In termini di size stiamo parlando di bei soldini ossia, 1000 bn che verranno immessi nel sistema, ma il tutto avverrà invece che comperando titoli di stato con Ltro acquisto di abs ecc…saranno poi le banche, che a cascata compreranno i titoli che daranno ancora un briciolo di rendimento esponendosi ad un rischio enorme.

Ieri sui mercati finanziari abbiamo visto un Sp500 negativo, un Dax positivo, ma non esagerato e un Ftse Mib forte,quindi la manovra di Draghi ha contribuito a riequilibrare leggermente il differenziale tra big e Piigs.Attenzione però ad alcuni fattori:

-La prossima settimana abbiamo le scadenze tecniche dei Futures.

-Sp500 si mostra sempre molto debole.

-Gli Hyg sono ancora più deboli.

Quali conseguenze trarne? Io sono sempre dell’idea che se Sp500 decide di scendere anche il mercato italiano non potrà che seguirlo,forse con minore intensità, ma tenuto conto che parte da livelli molto bassi rispetto ad Sp500… se invece l’indice americano dovesse dare segnali di forza e quella attuale non è una fase distribuiva, ma accumulativa,be allora sarebbe certamente da prediligere come operatività long il listino italiano.

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.