Hedging strategy forex: come fare profitto in ogni fase di mercato

Scritto il 12 Dicembre, 2018 - 9:26 da Fabio Troglia
Pubblicato in
1674 letture
Hedging strategy Forex
Hedging strategy Forex

Partiamo con una prima analisi di natura tecnica sul cross Forex, per poi spiegare meglio come funziona una strategia Hedging.

Il grafico in allegato, si riferisce alla coppia valutaria Aud /Jpy. Il time frame utilizzato 8 h. Il grafico presenta una impostazione di medio e lungo negativa, ma sul time frame a 8h sta disegnando un movimento di contro trend molto preciso che si può sfruttare. Il fatto che il contro trend del cross valutario sia molto preciso, ci aiuta molto.Ci permette di  individuare dei livelli chiave, rotti i quali il cross riprenderebbe il trend principale, ossia ribassista. Il livello di di 81.5, quello da me individuato, per dare il la alla ripresa del movimento ribassista e dove ho piazzato i miei ordini short pendenti. Mentre in maniera graduale in questa fase possibile aggiungere degli ordini long di size controllata di modo da poter seguire il movimento long che si evidenzia con il time frame a 8 h.

Ci sono due aspetti di grandi importanza da considerare:

-Le size di investimento tra long e short,come puoi vedere nel mio portafoglio del trader.

-La necessità di chiudere a fine giornata operatività long sia essa anche andata in guadagno di poco,infatti essendo un contro trend non possiamo sapere la forza relativa.

Ma quindi Fabio,che cosa è nel dettaglio una strategia Hedging?

Di fatto una strategia operativa, che ti permette di guadagnare sia che che il mercato di riferimento sia long che short, aprendo a volte contemporaneamente  sia posizioni short che long insieme, ma con alcune semplici accorgimenti:

-Le size devono essere differenti.

-Attenzione agli swap che si pagano al mercato.

-Dovete aver ben chiaro quale sia il vostro obiettivo in mente e allora la strategia potrà essere davvero micidiale,senza utilizzare gli stop loss tanto amati dai broker di borsa.

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.