Grecia, ecco come uscirà dalla crisi

Scritto il 18 Luglio, 2013 - 9:30 da Fabio Troglia
Pubblicato in
2152 letture
Tag

Grecia, ecco come uscirà dalla crisi.Vediamo di seguito l’idea della Grecia per combattere questa crisi,questa è una, di una serie di proposte che mi stanno convincendo che la Grecia uscirà molto bene da questa situazione.

Grecia

Grecia

La Grecia ha deciso infatti, di portare l’Iva sui ristoranti e prodotti di ristorazione dall’attuale 23% al 13%. Il taglio di 10 punti percentuali entrerà in vigore a partire dal prossimo 1° agosto. L’intento è quello di rilanciare il settore all’interno di un piano di lotta all’evasione fiscale.

Capite bene la validità di una decisione come questa,una spinta all’economia reale senza imposizioni, che avrà il duplice scopo di rendere la Grecia più competitiva e di ridurre la fetta che eventaulamente gli evasori si potrebbero mettere in tasca.Per capire il duplice concetto, è bene capire che l’evasore più aumnetano le tasse più lui è meglio remunerato.Questa è una decisione che va nella direzione del bene del paese ellenico,direi un po differente dalle decisioni dell’Itlia non vi pare? Che avendo un problema di consumi e un enorme problema di evasione va prorpio nella direzione opposta.

Sottolineo ancora una volta che i governi, hanno tutti gli strumenti e capacità per poter sollevare gli stati da questa crisi, ma si tratta di una questione di volontà.

La Grecia ricordo, che sta valutando anche di dare delle forti agevolazioni fiscali per coloro che vorranno trasferirsi a vivere nella magna grecia,altra operazione estremamente intelligente, che nel lungo termine porterà grandi risultati.Quindi la mia opinione, che nel medio termine la grecia sia un paese attraente, che uscirà prima di altri da questa crisi e quindi che valuterò sotto varia aspetti per futuri investimenti sia finanziari che reali.

 

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.