Gold, qualcosa è cambiato?

Scritto il 2 Dicembre, 2014 - 5:50 da Filippo Pozzebon
Pubblicato in
2052 letture
Tag

Gold, qualcosa è cambiato? Il declino del metallo prezioso, iniziato nel 2012, potrebbe essere arrivato ad un punto di svolta.

Gold

Gold

 

Il prezzo infatti, sta transitando in un’area di supporto molto importante. Analizziamo nel dettaglio la situazione:

Il Gold dopo aver toccato quota 1.900 dollari per oncia nel 2011 ha iniziato un lento declino, in questo movimento ribassista si possono osservare 5 onde ben definite ( indice del cambiamento del trend):
1.9201.520 onda 1, 1.5201.800 onda 2, 1.8001.200 onda 3, 1.200-1.400 onda 4 e per finire 1.400 1.120 onda 5.
Il ciclo ribassista quindi, potrebbe aver raggiunto il suo primo obiettivo e potrebbero verificarsi delle prese di profitto importanti in grado di cambiare, nel medio termine, la direzione del trend.
In molti timeframe, dal daily al weekly le divergenze rialziste diventano sempre più pesanti e il rischio di un improvviso rialzo diventa sempre più probabile. Come possiamo comportarci?

Focalizzarsi su timeframe brevi per cercare di intercettare un movimento direzionale rialzista in grado di fornire un adeguato risk-reward: qualora il rimbalzo dovesse avvenire, la marcia rialzista dovrebbe proseguire in prima battuta fino all’area di resistenza posta a 1.400 dollari l’oncia per poi proseguire verso 1.500 dollari.
Anche se il prezzo dovesse aggiornare nuovi minimi sotto 1.100 dollari l’oncia, non cambierebbe la view rialzista per il metallo prezioso nei prossimi mesi.
Chi sono
Filippo Pozzebon

Sono un trader indipendente, lavoro nel mercato Forex commodities e azionario adottando strategie di trading discrezionale abbinate ad expert advisor di mia creazione e tecniche di spread trading. Laureato in Statistica e Informatica nel 2007 ho maturato un esperienza come dipendente bancario prima di dedicarmi a tempo pieno al trading. Le mie decisioni di trading partono dall'analisi tecnica dello strumento alla quale abbino sempre un'analisi intermarket delle variabili presenti nel mercato e un'analisi fondamentale dello scenario macroeconomico. Per approdondire le mie analisi : visita il sito: https://filipozze.wordpress.com/