Gli accordi di Bretton Woods e il regime dei cambi fissi (parte prima)

Scritto il 28 Agosto, 2013 - 8:00 da Lorenzo Zardi
Pubblicato in
2706 letture
Tag

Gli accordi di Bretton Woods e il regime dei cambi fissi (parte prima)

Dopo il Gold Standard vennero stipulati nuovi accordi, in particolare gli accordi di Bretton Woods che prevedevano un sistema di cambi fissi delle monete rispetto al USD col prezzo dell’oro fissato a 35 USD/oncia, per cui i paesi aderenti avevano diritto a vendere USD contro oro alla banca centrale degli Stati Uniti, la FED, al prezzo ufficiale; in questo modo le valute diventano quindi pienamente convertibili,  ovvero liberamente scambiate con altre valute estere.

bretton-woods-sign

Analisi delle opzioni di politica economica nel sistema Bretton Woods

Per indagare quali sono gli equilibri interni ed esterni in questa tipologia di cambi ipotizziamo un tasso di interesse interno ed internazionale uguali, per cui risulterà IX/Y = I*X/Y

Equilibrio interno: richiede solo il pieno impiego, ovvero la domanda aggregata devo coincidere col livello del prodotto di pieno impiego:

Yf = C(Yf – T) + Inv + G + CA[(EP*/P) , Yf – T ]

  • Politica di espansione fiscale: possiamo considerare tale un aumento di spesa pubblica (+)G, oppure una diminuzione del carico fiscale (-) T; questo tipo di politica stimolerà la domanda aggregata con un conseguente incremento del livello di produzione
  • Politica di svalutazione monetaria: come abbiamo considerato precedentemente può essere indotta da diversi fattori iniziali, come un aumento dell’offerta di moneta, oppure una variazione del tasso di interesse, comunque l’effetto primario sarà una variazione positiva del tasso di cambio (+) EX/Y, per cui i beni nazionali risulteranno meno costosi per gli investitori, con conseguente aumento della domanda e della produzione.
Chi sono
Lorenzo Zardi

Sono laureato in Economia e Finanza, ho maturato interesse per il trading speculativo e per l'analisi tecnica applicata agli strumenti finanziari negli ultimi anni in cui mi sono affiancato a traders professionisti, operatori in strumenti mobiliari e professori universitari. Continuo gli studi universitari nel corso di laurea specialistica in Finanza, Intermediari, Mercati. Ho intrapreso altresì una formazione in un private office di consulenza finanziaria collaborando con professionisti di alto livello nel settore della consulenza e della promozione finanziaria, dell'analisi di mercato macroeconomica, monetaria, tecnico-grafica.