Generali: fase di consolidamento prossima al capolinea?

Scritto il 21 Ottobre, 2015 - 13:52 da Ivan Di Staso
Pubblicato in
1833 letture
Tag

Generali rientra tra i titoli che stanno regalando meno soddisfazioni agli investitori, incastrato in una fase di consolidamento da quasi due mesi.

generali

Generali da inizio anno mostra un bilancio leggermente negativo, evidenziando quindi una minore forza relativa rispetto al mercato. Da quasi due mesi le quotazioni stanno oscillando intorno all’area dei 16,5 euro, ossia sui prezzi attuali, fatta eccezione per una rapida escursione ribassista verso i 15,5 euro prima di fine settembre.
Gli ultimi giudizi espressi dalle banche d’affari sono positivo visto che proprio oggi Societè Generale ha rivisto verso l’alto il rating del titolo da “hold” a “buy”, con un prezzo obiettivo aumentato da 18 a 21 euro.
Un invito all’acquisto arriva anche da Banca IMI che fissa un target price ancora più generoso a 21,7 euro, mentre è più cauta la view di Barclays che mantiene invariato il rating “equalweight”, con un fair value ritoccato da 17,1 a 16,1 euro, al di sotto delle attuali valutazioni di Borsa.

Per seguire da vicino questo titolo scarica subito il portafoglio in tempo reale.

Indicazioni bullish che tuttavia non sembrano dare vitalità a per il quale un’interruzione dell’attuale fase di consolidamento si potrà materializzare con un ritorno al di sopra dei 17 euro.
Uno scenario di questo tipo aprirà le porte ad allunghi in direzione dei 18/18,25 euro, oltrepassati i quali il titolo potrà tornare a mettere nel mirino i massimi dell’anno in area 18,75/19 euro.
Segnali di debolezza si avranno con discese al di sotto di area 15,5 euro, preludio ad una flessione verso i 15/14,9 euro prima e in seguito in direzione dei 14 euro.

Chi sono

Appassionato ed esperto dei mercati finanziari, da circa 15 anni si dedica allo studio e all'analisi di Piazza Affari, con un approccio basato sull'analisi tecnica e fondamentale.