Gbp-Yen, alla ricerca di un set up short

Scritto il 8 Ottobre, 2013 - 21:38 da Maurizio Orsini
Pubblicato in
1251 letture

Gbp-Yen, dopo 5 sedute consecutive al ribasso, il cross corregge sulla zona di resistenza sulla quale cercare un segnale di trading short.

Gbp-Yen: il cross si trova all’interno di un trend rialzista di medio termine (come tutte le altre principali coppie con lo Yen) ma in una fase di breve periodo discendente. La scorsa settimana infatti abbiamo assistito alla rottura ribassista della media mobile 21 e successivamente dell’area di supporto 156,50 che fa ipotizzare un possibile cambio di tendenza di breve. La correzione tecnica di oggi è importante proprio per valutare la conferma del break out (ipotesi al momento possibile) oppure un ritorno di Gbp-Yen al di sopra del livello appena citato (e quindi generando una falsa rottura daily). Qualora il prezzo disegnasse un segnale di trading short, confermando quindi il momentum ribassista, potremmo valutare attentamente un ingresso in vendita con target sulla successiva area di supporto 153 che corrisponde anche ad un livello dinamico del grafico settimanale (arrivo della EMA21). Attenzione alla volatilità che nei prossimi due giorni avremo sulla sterlina in virtù degli importanti dati macro e del meeting di politica monetaria della Bank of England!
gbpyen08

Finestra macroeconomica
Il calendario economico odierno ci ha presentato diversi dati provenienti dalla Svizzera nonché il dato sulla fiducia in Australia. Nel paese elvetico abbiamo avuto dei dati relativi al mercato del lavoro con una disoccupazione stabile al 3% , una inflazione in leggero calo (come da attese) e delle vendite al dettaglio in netta crescita.
In Australia l’indice di fiducia nell’economia è nettamente cresciuto in linea con un graduale miglioramento della situazione domestica.
Le borse di valore , anche oggi molto deboli, chiudono praticamente tutte in rosso tranne le borse asiatiche che si mantengono sopra la parità.
Nel mercato Forex abbiamo una situazione di sostanziale equilibrio tra le principali valute con un leggero recupero del dollaro ed una seduta di “accumulazione” per i metalli preziosi.
Fra i più importanti market movers di domani ricordiamo la produzione industriale, manifatturiera ed il prodotto interno lordo del Regno Unito, la produzione industriale tedesca ed il Minute del Fomc per conoscere i verbali di politica monetaria dell’ultima decisione tassi statunitense.
www.mauriforex.com

Chi sono
Maurizio Orsini

Sono un trader indipendente che lavora nel mercato Forex e Cfd con la metodologia della Price Action Daily. Realizzo analisi e negoziazioni senza l’utilizzo di alcuno strumento che non sia il prezzo e con time frames giornalieri e settimanali. Si tratta di un’ operatività professionale e disciplinata che consente di lavorare nel Forex senza stress e con ottimi risultati, economici e di crescita nelle proprie competenze. Laureato in Economia nel 2001 (tesi in Analisi Tecnica dei Mercati Finanziari) completa nel 2002 il MEFIN (Master in Economia e Finanza Internazionale) presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2003 mi occupo di trading, prima nel mercato azionario ed in seguito in quello valutario nel quale lavoro come trader e formatore. Titolare della Mauriforex, realizzo anche consulenza finanziaria indipendente (associato NAFOP) e corsi educational volti a creare figure professionali che operino nel Forex in modo altamente specializzato. La mission è quella di creare traders di successo, con un approccio preciso e rigoroso al mercato, mettendo a disposizione la propria esperienza e competenza per diventare un punto di riferimento nel settore.