Gbp-Usd, uno short di brevissimo termine?

Scritto il 7 Aprile, 2014 - 18:06 da Maurizio Orsini
Pubblicato in
1360 letture

Segnali Forex di Price Action
Gbp-Usd, lo scenario di medio termine è ancora bullish ma nel breve potremmo avere interessanti spunti short, vediamo come…

Gbp-Usd, osservando il time frame settimanale possiamo notare come il Cable sia ancora all’interno di un movimento rialzista e sopra la media mobile 21; il prezzo però sta realizzando una correzione settimanale evidenziando un trend di breve termine incerto e potenzialmente ribassista sia sul grafico daily (allegato) che su quello H4. Nel giornaliero Gbp-Usd non è riuscito al momento a confermare la forza del livello chiave 1,6610 (che sembrava poter tenere dopo la candela di fine marzo) riportandosi al di sotto dello stesso, violando contestualmente la EMA21. In caso di rottura del minimo di venerdi scorso potremmo vedere un’ accelerazione verso l’area di minimo bimensile 1,6450 che potrebbe rendere conveniente l’apertura di una posizione in vendita per un rapido trade short; in alternativa si potrebbe valutare anche un chiaro segnale di trading short sulla stessa area 1,66 per vendere ad un miglior prezzo. Sul livello target sopra citato bisognerà in ogni modo prestare attenzione perché si tratta di un supporto molto interessante per eventuali nuovi ingressi in acquisto, dato che nel time frame weekly arriverebbe la stessa media in qualità di supporto dinamico e potrebbe riportare nuovamente Gbp-Usd sui massimi quadriennali di 1,68.
gbpusd07

Calendario Forex
La nuova settimana si apre con un calendario economico piuttosto tranquillo all’interno del quale possiamo ricordare il dato sull’inflazione svizzera (in leggera crescita), la produzione industriale tedesca (in calo ma meno delle attese), la fiducia degli investitori della zona euro (in salita).
Avvio di settimana negativo per i mercati azionari che continuano l’inversione di trend di venerdì scorso con Tokyo che chiude a -1,70%, perdite per tutti i principali listini europei e debolezza anche per Wall Street.
Domani avremo la prima delle due riunioni monetarie della settimana, in Giappone, con il governatore Kuroda che deciderà in merito al livello tassi e alla base monetaria nipponica. Tra gli altri principali market movers riceveremo la fiducia nell’economia australiana, la disoccupazione svizzera, la produzione industriale e manifatturiera nel Regno Unito  insieme con la stima del suo prodotto interno lordo.
www.mauriforex.com
http://www.youtube.com/user/QUIFOREX

Chi sono
Maurizio Orsini

Sono un trader indipendente che lavora nel mercato Forex e Cfd con la metodologia della Price Action Daily. Realizzo analisi e negoziazioni senza l’utilizzo di alcuno strumento che non sia il prezzo e con time frames giornalieri e settimanali. Si tratta di un’ operatività professionale e disciplinata che consente di lavorare nel Forex senza stress e con ottimi risultati, economici e di crescita nelle proprie competenze. Laureato in Economia nel 2001 (tesi in Analisi Tecnica dei Mercati Finanziari) completa nel 2002 il MEFIN (Master in Economia e Finanza Internazionale) presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2003 mi occupo di trading, prima nel mercato azionario ed in seguito in quello valutario nel quale lavoro come trader e formatore. Titolare della Mauriforex, realizzo anche consulenza finanziaria indipendente (associato NAFOP) e corsi educational volti a creare figure professionali che operino nel Forex in modo altamente specializzato. La mission è quella di creare traders di successo, con un approccio preciso e rigoroso al mercato, mettendo a disposizione la propria esperienza e competenza per diventare un punto di riferimento nel settore.