Gbp-Usd, sarà break-out?!

Scritto il 4 Ottobre, 2016 - 11:24 da Maurizio Orsini
Pubblicato in
871 letture

 

Gbp-Usd, grafico di Price Action daily.
Gbp-Usd: quella del Cable è sicuramente una fra le situazioni più interessanti nel mercato Forex all’interno di uno scenario globale ancora “bloccato” dalla grande lateralità del dollaro (per l’incertezza sulla stretta monetaria da parte della Fed). Certo, anche questo è un cambio che ha direttamente contrapposta una valuta con il dollaro, nonostante questo la tendenza molto chiara nel grafico settimanale e l’attuale conformazione grafica di potenziale Break-out rende anche il grafico daily particolarmente significativo. Dopo il crollo della sterlina, immediatamente seguente al referendum di fine giugno, abbiamo assistito ad un caduta della coppia dalla zona 1,50 all’area 1,32 nel giro di un paio di giorni, fino a raggiungere il livello 1,28 in poco più di una settimana, livello che rappresenta tuttora la zona inferiore di un range di lateralità (molto chiaro nel grafico daily) che ha come zona superiore, invece, la resistenza 1,35. Il prezzo di fatto si sta muovendo da più di un trimestre all’interno di questo range che ha ritestato nella metà di agosto il livello di supporto, reagendo con una nuova fase rialzista. Il mese di settembre però ha di nuovo mostrato un rafforzamento del dollaro che ha, giorno dopo giorno, riportato di nuovo la quotazione in zona 1,2850 (proprio nella giornata di ieri!) e giungendo esattamente in questo momento al Break-out di tale livello. Sarà molto interessante vedere quale sarà la situazione alla fine di questa giornata perché un ritorno della quotazione al di sopra del livello chiave appena menzionato andrebbe, di fatto, a disegnare una candela Pin rialzista che, considerato anche il livello di minimo storico (degli ultimi 35 anni!) e quindi il numero elevato di potenziali ordini di acquisto che possono esserci in questa zona, potremmo anche valutare per una entrata in acquisto, contro trend, in un’ottica di range e con potenziale target in zona 1,34. Nel caso in cui, invece, la violazione ribassista fosse confermata a fine giornata potremmo anche valutare entrate in vendita dirette, più aggressive, oppure attendere una conferma domani con un nuovo segnale di Price Action short, più prudenziale, e considerare una strategia di vendita con obiettivo in zona 1,2370.

Maurizio Orsini
Trader in valute e Cfd
www.mauriforex.com
gbpusd-d1-10-04-2016-1109

Chi sono
Maurizio Orsini

Sono un trader indipendente che lavora nel mercato Forex e Cfd con la metodologia della Price Action Daily. Realizzo analisi e negoziazioni senza l’utilizzo di alcuno strumento che non sia il prezzo e con time frames giornalieri e settimanali. Si tratta di un’ operatività professionale e disciplinata che consente di lavorare nel Forex senza stress e con ottimi risultati, economici e di crescita nelle proprie competenze. Laureato in Economia nel 2001 (tesi in Analisi Tecnica dei Mercati Finanziari) completa nel 2002 il MEFIN (Master in Economia e Finanza Internazionale) presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2003 mi occupo di trading, prima nel mercato azionario ed in seguito in quello valutario nel quale lavoro come trader e formatore. Titolare della Mauriforex, realizzo anche consulenza finanziaria indipendente (associato NAFOP) e corsi educational volti a creare figure professionali che operino nel Forex in modo altamente specializzato. La mission è quella di creare traders di successo, con un approccio preciso e rigoroso al mercato, mettendo a disposizione la propria esperienza e competenza per diventare un punto di riferimento nel settore.