Gbp-Usd, 1,59 è il supporto principale!

Scritto il 31 Ottobre, 2013 - 19:56 da Maurizio Orsini
Pubblicato in
1477 letture

Gbp-Usd, la terza coppia più scambiata al mondo si trova in un trend di breve short ma in una tendenza bullish di medio termine, ecco le strategie operative.

Gbp-Usd: dopo aver toccato nel mese di ottobre il livello di massimo biennale in area 1,6250, Gbp-Usd ha iniziato un movimento ribassista scendendo al di sotto della media mobile e posizionandosi appena sopra il supporto intermedio 1,60. I miei due time frame di riferimento mostrano differenti prospettive: il grafico settimanale vede ancora un movimento rialzista (con prezzo sopra la EMA21) mentre il daily ha un outlook più discendente che potrebbe essere inquadrato anche come una correzione di medio periodo del trend principale al rialzo. In quest’ottica il livello principale su cui ricercare un ingresso in acquisto potrebbe essere il supporto settimanale in area 1,59 che coinciderebbe anche con l’arrivo della media mobile (sempre nel grafico weekly).
In caso invece di un nuovo ritorno in zona 1,6250 valuterei la tenuta della resistenza ed eventualmente segnali short (per tradare il range) oppure rotture rialzista con segnali long (per una ripresa del trend settimanale).

GbpUsd31

Finestra macroeconomica
Anche oggi registriamo un calendario economico molto intenso e con tanti dati da diverse aree geografiche. Dal Giappone abbiamo ricevuto il dato sulla produzione manifatturiera (in rialzo al 54.2) e l’annuncio da parte della Bank of Japan delle linee di politica monetaria. Il governatore Kuroda ha mantenuto invariato il tasso di interesse allo 0,10% e confermato l’attuale politica accomodante, evidenziando un andamento dell’inflazione secondo le attese ed una stima della crescita al rialzo.
Sia dalla Germania che dal Regno Unito rileviamo un dato peggiorativo della fiducia dei consumatori, al di sotto tanto del dato precedente come delle previsioni.
Nella zona euro evidenziamo un livello di disoccupazione stabile (12.2%) ma sopra le attese di mercato ed un tasso di inflazione in netto calo allo 0.7%.
In Canada il prodotto interno lordo nel mese di agosto è risultato in calo allo 0.3% seppur al di sopra delle attese che lo vedevano ad allo 0.1%.
Per quanto concerne il dato sulle richieste di sussidi alla disoccupazione americana abbiamo avuto la conferma di una discesa, da 350mila a 340mila unità ma non come si aspettavano gli analisti (338k), per cui un dato non completamente positivo.
I principali indici azionari, dopo il comunicato della Fed, avviano le negoziazioni con debolezza per poi chiudere contrastati: la maggior parte degli indici europei in positivo (tranne Londra), gli americani intorno alla parità e quelli asiatici in negativo.
Il mercato Forex oggi segna un crollo dell’Eur/Usd dopo i dati europei, una ottima performance delle valute oceaniche ed una giornata di debolezza per le principali materie prime.
Per domani, primo giorno di novembre, ricordiamo alcuni dati sulla produzione manifatturiera in Cina, Gran Bretagna e Stati Uniti.
www.mauriforex.com

Chi sono
Maurizio Orsini

Sono un trader indipendente che lavora nel mercato Forex e Cfd con la metodologia della Price Action Daily. Realizzo analisi e negoziazioni senza l’utilizzo di alcuno strumento che non sia il prezzo e con time frames giornalieri e settimanali. Si tratta di un’ operatività professionale e disciplinata che consente di lavorare nel Forex senza stress e con ottimi risultati, economici e di crescita nelle proprie competenze. Laureato in Economia nel 2001 (tesi in Analisi Tecnica dei Mercati Finanziari) completa nel 2002 il MEFIN (Master in Economia e Finanza Internazionale) presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2003 mi occupo di trading, prima nel mercato azionario ed in seguito in quello valutario nel quale lavoro come trader e formatore. Titolare della Mauriforex, realizzo anche consulenza finanziaria indipendente (associato NAFOP) e corsi educational volti a creare figure professionali che operino nel Forex in modo altamente specializzato. La mission è quella di creare traders di successo, con un approccio preciso e rigoroso al mercato, mettendo a disposizione la propria esperienza e competenza per diventare un punto di riferimento nel settore.