Gbp-Nzd, un segnale long per riprendere la salita!

Scritto il 20 Novembre, 2013 - 20:34 da Maurizio Orsini
Pubblicato in
1618 letture

Gbp-Nzd, il breve e medio periodo non sono chiarissimi ma un segnale di trading long in zona 0,94 potrebbe confermare il cambio di trend di breve termine.

Gbp-Nzd: il cross si trova all’interno di un ampio range di lateralità di medio periodo ed al momento in una fase piuttosto confusa di brevissimo termine. Il prezzo è al di sopra della media mobile ed in linea con la trendline ribassista di breve periodo la cui rottura confermata potrebbe far riprendere una direzionalità rialzista.
Una strategia potrebbe essere quella di attendere tale violazione ed un segnale di trading nell’area 0,9420/0,9460 per aprire una posizione long con target nella parte alta del range 1,9960.
gbpnzd20

Finestra macroeconomica

Il minute della banca centrale inglese di stamattina ha evidenziato una situazione in miglioramento per l’economia britannica, per questo il board ha deciso all’unanimità di mantenere invariato sia il tasso di interesse che il piano di acquisto asset.
Il dato maggiormente importante ed atteso è invece giunto dagli Stati Uniti con la pubblicazione dei verbali dell’ultimo meeting di politica monetaria della Federal Reserve. Dal Minute si evince come le migliori prospettive per l’economia americana potrebbero far avvicinare l’inizio della riduzione degli stimoli monetari; notizia che ha messo le ali al dollaro e cambiato la direzione degli indici azionari.
Sempre dagli States abbiamo anche ricevuti i dati sulle vendite al dettaglio (superiori alle attese) e sull’inflazione (in linea con le previsioni di mercato).
Gli indici azionari chiudono una seduta molto contrastata, in attesa della Fed; anche quelli americani si mantengono intorno alla parità.
Il mercato Forex ci mostra un ritorno alla forza del dollaro e della sterlina, un crollo dell’euro e dei metalli preziosi.
Domani avremo il meeting di politica monetaria della Bank of Japan con la decisione tassi e di acquisto asset; i discorsi di Mario Draghi (BCE) e Glenn Stevens (RBA); la fiducia dei consumatori europei; il consueto dato del giovedì sulle richieste di sussidi alla disoccupazione Usa e la produzione manifatturiera americana.
www.mauriforex.com

Chi sono
Maurizio Orsini

Sono un trader indipendente che lavora nel mercato Forex e Cfd con la metodologia della Price Action Daily. Realizzo analisi e negoziazioni senza l’utilizzo di alcuno strumento che non sia il prezzo e con time frames giornalieri e settimanali. Si tratta di un’ operatività professionale e disciplinata che consente di lavorare nel Forex senza stress e con ottimi risultati, economici e di crescita nelle proprie competenze. Laureato in Economia nel 2001 (tesi in Analisi Tecnica dei Mercati Finanziari) completa nel 2002 il MEFIN (Master in Economia e Finanza Internazionale) presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2003 mi occupo di trading, prima nel mercato azionario ed in seguito in quello valutario nel quale lavoro come trader e formatore. Titolare della Mauriforex, realizzo anche consulenza finanziaria indipendente (associato NAFOP) e corsi educational volti a creare figure professionali che operino nel Forex in modo altamente specializzato. La mission è quella di creare traders di successo, con un approccio preciso e rigoroso al mercato, mettendo a disposizione la propria esperienza e competenza per diventare un punto di riferimento nel settore.