Ftse Mib: gli scenari futuri sono questi

Scritto il 13 Giugno, 2016 - 9:52 da Filippo Pozzebon
Pubblicato in
2611 letture
Tag

Ftse Mib: gli scenari futuri sono questi. L’indice italiano potrebbe “disegnare” vari movimenti nei prossimi mesi, analizziamoli attraverso il principio delle onde di Elliott

FTSE MIB

FTSE MIB

Partiamo subito dicendo questo:

L’andamento del ftse mib in questa fase non è così chiaro come lo era a fine 2015 quando, nei miei articoli, veniva descritta una probabilità altissima di uno storno consistente per piazza affari.

Ora il mercato è in fase di consolidamento o di compressione ( a seconda della visione rialzista o ribassista del mercato) da circa 4-5 mesi: cosa del tutto normale dopo una fase di trend molto accentuata come quella che abbiamo osservato tra nov / dic 2015 fino a febbraio 2016. Ma conoscendo le sorprese del mercato, il fattore Brexit come disturbo di questo periodo, mai come in questo momento è opportuno fare due scenari ed aspettare che il prezzo possa spiegarci la via che vuole percorrere.

Analizzando il movimento dell’indice italiano attraverso il modello di Elliott “sono venuti a galla” due diversi conteggi: un primo conteggio segnato in blue sul grafico come prima alternativa ( ribassista) ed un conteggio alternativo segnato in verde come seconda alternativa rialzista.

Conteggio ribassista:

  • conteggio ribassista prevede la formazione di un triangolo come onda 4 ed una nuova fase di trend ribassista in arrivo proprio in questo momento con target minimo l’aggiornamento di nuovi minimi sotto area 15.770 punti ( min di febbraio 2016)
  • Se questa fosse davvero un’onda 4 questa settimana dovremmo osservare la prosecuzione del movimento di storno della scorsa settimana con una rottura decisa del prezzo verso area 16.000 punti

Conteggio rialzista:

  • conteggio rialzista prevede una fase di storno inziale nella giornata odierna e poi un graduale recupero dei prezzi nella seconda parte della settimana con una probabile risalita verso area 18.000 punti
  • Il triangolo come segmento “B” di una correzione rialzista prevede che, nel mese di giugno e luglio 2016 il rialzo prosegua verso area 21.000 22.000 punti, area di resistenza davvero importante.

Preparandoci in questo modo all’azione futura dei prezzi potremmo impostare in maniera serena ed efficiente le nostre operazioni di trading, riassumendo la situazione sembra essere questa:

  1. Una risalita del prezzo verso area 18.000 punti favorisce l’ipotesi rialzista
  2. La rottura verso area 16.000 punti favorisce l’ipotesi ribassista con la formazione di nuovi minimi

 

 

Chi sono
Filippo Pozzebon

Sono un trader indipendente, lavoro nel mercato Forex commodities e azionario adottando strategie di trading discrezionale abbinate ad expert advisor di mia creazione e tecniche di spread trading. Laureato in Statistica e Informatica nel 2007 ho maturato un esperienza come dipendente bancario prima di dedicarmi a tempo pieno al trading. Le mie decisioni di trading partono dall'analisi tecnica dello strumento alla quale abbino sempre un'analisi intermarket delle variabili presenti nel mercato e un'analisi fondamentale dello scenario macroeconomico. Per approdondire le mie analisi : visita il sito: https://filipozze.wordpress.com/