Franchising di qualità a Dubai

Scritto il 25 Novembre, 2013 - 7:25 da Fabio Troglia
Pubblicato in
2825 letture
Tag

Franchising di qualità a Dubai.Un altro aspetto che mi ha molto colpito,è legato alla qualità che si trova nei vari franchising,cerchiamo di capire il perché di questo fenomeno.

Franchising

Franchising

Partiamo da un primo fondamentale presupposto e da alcune peculiarità dubaine:

  • Dubai è molto grande,le distanze possono essere enormi.Per andare da una parte ad un altra di una passeggiata spesso si prende un piccolo taxi elettrico.
  • A Dubai è molto diffuso il take away, anche perchè i costi di consegna sono di circa 0.50 centesimi di euro.

In maniera superficiale ho individuato i due principali aspetti,ma c’è ne sono molti altri,ma non è questo adesso il punto.Queste caratteristiche unite ad altre di natura societaria che indagheremo in seguito,fanno si che chi decide di aprire un locale di ristoarazione qui a Dubai,lo fa con il planning minimo di coprire il territorio con almeno 4-5 punti sul territorio,appunto creando una catena.

La cosa che mi ha molto colpito,girando nei vari locali della stessa catena e trovare lo stesso livello di qualità in tutti,cosa di solito assai rara nelle catene.Quindi ora cercherò di capire secondo che schemi questi punti si sviluppano e come la proprietà li gestisce, riuscendo nonostante l’espansione a mantenere un elevato livello qualitativo,anche perché penso che la ristorazione di qualità sia uno dei business su cui puntare qui a Dubai,questo è un altro tema a cui è necessario dedicare un post preferenziale dedicato.

Con le informazioni di cui dispongo attualmente,mi sembra di notare che i vari punti di ristorazione anche se sono molti, siano tutti di un unico proprietario anche se la quantità farebbe pensare più ad un franchising,ma penso che mantenere il diretto controllo sia una delle chiavi di sviluppo basata sulla qualità.In settimana sto organizzando un ineteressante incontro per cercare di chiarirmi anche questo dubbio.

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.