Forex, tassi di cambio, operatori, le caratteristiche del mercato più liquido.

Scritto il 6 Giugno, 2013 - 8:00 da Lorenzo Zardi
Pubblicato in
2992 letture
Tag

Il Mercato delle valute: il Forex (Foreign exchange market)

I Tassi di cambio e mercati valutari

Con l’accezione tasso di cambio si intende il prezzo di una valuta in termini di un altra valuta, e come il prezzo di ogni attività o asset è strettamente collegato al potere di acquisto che gli acquirenti di tale attività si aspettano di ricevere in futuro, così anche il tasso di cambio tra due monete è influenzato dalle aspettative future.

I tassi di cambio permettono di confrontare i prezzi di beni e servizi prodotti in paesi che battono moneta diversa, e a questo proposito possiamo distinguere tra quotazione diretta, ovvero unità di valuta nazionale per unità di valuta estera, e quotazione indiretta, ovvero unità di valuta estera in termini di valuta nazionale.

tassi di cambio

Variazioni dei tassi di cambio e prezzi relativi

Nel Forex si definisce deprezzamento di una valuta in termini di un altra la caduta del prezzo della seconda in termini della prima e si definisce apprezzamento il contrario, ciò comporta che a parità di altre condizioni un deprezzamento di una valuta rende i beni del paese in cui ha corso legale più convenienti per gli operatori esteri ma meno convenienti i beni esteri per gli operatori interni, ovviamente vale il contrario.

Con l’accezione di prezzi relativi si intende il prezzo di un bene in termini di un altro bene, e come per le valute in sé per sé, un apprezzamento della valuta di un paese aumenta il prezzo relativo delle sue esportazioni e riduce quello delle sue importazioni; per contro un deprezzamento della valuta di un paese riduce il prezzo relativo delle sue esportazioni e aumenta quello delle sue importazioni.

forex esempio ordini

Gli operatori

Ma chi opera sul mercato delle valute Forex? Principalmente possiamo definire quattro categorie di operatori:

  • Banche commerciali: quasi tutte le transazioni internazionali significative comportano addebitamenti e accreditamenti sui conti detenuti presso banche commerciali nei vari centri finanziari coinvolti, per cui la maggior parte delle transazioni in valuta estera ha luogo nella forma di scambio di depositi bancari denominati in diverse valute,
  • Società e imprese: Le società che operano a livello internazionale spesso ricevono pagamenti in valute differenti da quella del paese in cui hanno sede,
  • Istituzioni finanziarie non bancarie,
  • Banche centrali: talvolta intervengono sul mercato dei cambi per attuare politiche economiche con finalità ben precise e rilevanti.

operatori borsa

 

Tassi di cambio a pronti e a termine

Esistono due tipologie differenti di tassi di cambio, definite in base al momento in cui avverrà lo scambio di valute:

  • Tasso di cambio a pronti (spot): tutte le transazioni di valuta di cui ho parlato fino ad ora, solitamente è il tasso di cambio compreso dal giorno iniziale dello scambio fino ad un massimo di due giorni lavorativi,
  • Tasso di cambio a termine (foward): gli accordi di cambio talvolta specificano un giorno di valuta futuro anche di parecchi anni, il tasso che si considera è appunto quello foward.

 

Anche se differenti, il tasso di cambio spot e foward tendono a muoversi nella stessa direzione nel tempo essendo influenzato l’uno dall’altro.

 

___

Lorenzo Zardi

Chi sono
Lorenzo Zardi

Sono laureato in Economia e Finanza, ho maturato interesse per il trading speculativo e per l'analisi tecnica applicata agli strumenti finanziari negli ultimi anni in cui mi sono affiancato a traders professionisti, operatori in strumenti mobiliari e professori universitari. Continuo gli studi universitari nel corso di laurea specialistica in Finanza, Intermediari, Mercati. Ho intrapreso altresì una formazione in un private office di consulenza finanziaria collaborando con professionisti di alto livello nel settore della consulenza e della promozione finanziaria, dell'analisi di mercato macroeconomica, monetaria, tecnico-grafica.