Fed, 2 ragioni per cui oggi alzerà i tassi

Scritto il 21 Settembre, 2016 - 6:01 da Fabio Troglia
Pubblicato in
1397 letture
Tag

Fed, 2 ragioni per cui oggi alzerà i tassi.Oggi alle ore 20 abbiamo la Fed che annuncerà la sua decisione di politica monetaria.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

La maggioranza della comunità finanziaria, si attende un nulla di fatto nella riunione i oggi, la motivazione legata ai non brillantissimi dati che si sono visti ultimante, che non giustificano un rialzo dei tassi immediato.

Io credo invece che ci sarà un rialzo dei tassi oggi, e ti voglio dare due argomentazioni a suffragio della mia tesi.

-Treasury americani sono scesi molto nelle ultime settimane e ora si trovano sul minimo, in una posizione attendista. Io interpreto questo movimento del mercato come una consapevolezza che oggi i tassi verranno alzati e con un dubbio legato al futuro. Ossia quello che il Treasury mi sta dicendo, se in futuro ci potremo attendere altri rialzi oppure questo rimarrà isolato.

-La Fed si è resa conto che l’efficacia della sua azione espansiva è finita. Si è resa conto che il sistema bancario farà sempre più fatica a regger tassi cosi basi per ancor molto tempo.Inoltre in ultimo, ma non certo per importanza si nota un rallentamento economico che non può coincidere con un impossibilità ad agire sua, quindi deve ripristinare una situazione di normalità.

Aggiungo, che in futuro credo che questa strada verrà presa anche da altri governi, non subito, come sempre saranno gli Usa a fare il primo passo, ma a mio avvio abbiamo raggiunto il picco relativo ai tassi bassi, dopo una stabilizzazione avremo una lenta risalita. Mi ripeto, questa stabilizzazione, questo tentativo di ritorno alla normalità avrà conseguenze importanti per i mercati, perché significherà una riduzione di massa monetaria e nuovamente bonds che avranno rendimenti più interessanti.

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.