Euro-Usd, siamo alla svolta?

Scritto il 31 Luglio, 2014 - 11:35 da Filippo Pozzebon
Pubblicato in
1953 letture
Tag

 Euro-Usd, siamo alla svolta? Un punto di svolta è all’orizzonte per il cross che vede a confronto le due economie più grandi del mondo: ci potrà far da bussola anche per il corso azionario? vediamo nei dettagli cosa potrà succedere.

Euro-Usd

Euro-Usd

Euro-Usd: Prima di affrontare tematiche tecniche è giusto, dal mio punto di vista, specificare i fattori che possono influenzare l’andamento del cross:
pro Usd: storno dei listini con acquisto dei treasuries americani.
pro Euro: inflazione sopra le attese, assorbimento delle tensioni geopolitiche, ritorno alla propensione al rischio.
Dobbiamo inoltre considerare che, il mercato Forex non regolamentato, in molti casi anticipa i mercati azionari, ecco le considerazioni fondamentali che sono andato a sviluppare:
Gli operatori sono andati a comprare bond americani e il bund tedesco tutelandosi da un’eventuale storno della locomotiva azionaria:
probabilmente hanno liquidato mano a mano le posizioni azionarie e hanno spostato i capitali verso beni “risk off” questo ha generato una conseguente domanda di USD e offerta di Euro: si perchè la domanda di Euro si risconstra quando vengono acquistati i bond periferici e non il bund (vedi fine 2012). lo storno (se ci sarà) dei mercati può allora già essere “scontato” dal prezzo di eur/usd a 1,337: ora andiamo a vedere dal punto di vista tecnico come comportarci:
Ieri giornata molto importante per i mercati con grande forza di USD dopo il dato sul PIL con una discesa in area 1,337.
Bene, il cross, si è fermato millimetricamente sul 50 % del ritracciamento del trend del 2013 andando a chiudere ben al di sopra. Una ripartenza long risulta così molto probabile, solo una chiusura giornaliera sotto questo livello porterebbe una discesa verso area 1,322 viceversa potremmo assistere ad un rimbalzo verso area 1,352 in primo luogo per poi andare nel medio termine di nuovo verso area 1,37. strategia da adottare:
long a 1,339
stop loss 1,3365
take profit 1 ( chiudere metà posizione) : 1,352
take proit 2 1,37
una risalita di Euro-Usd potrebbe allora indicare che, il mercato azionario, si fermerà per una pausa di riflessione ma non è esclusa una nuova fiammata long negli ultimi mesi dell’anno.
Chi sono
Filippo Pozzebon

Sono un trader indipendente, lavoro nel mercato Forex commodities e azionario adottando strategie di trading discrezionale abbinate ad expert advisor di mia creazione e tecniche di spread trading. Laureato in Statistica e Informatica nel 2007 ho maturato un esperienza come dipendente bancario prima di dedicarmi a tempo pieno al trading. Le mie decisioni di trading partono dall'analisi tecnica dello strumento alla quale abbino sempre un'analisi intermarket delle variabili presenti nel mercato e un'analisi fondamentale dello scenario macroeconomico. Per approdondire le mie analisi : visita il sito: https://filipozze.wordpress.com/