Eur-Yen, massimi quadriennali

Scritto il 22 Ottobre, 2013 - 21:34 da Maurizio Orsini
Pubblicato in
1456 letture

Eur-Yen, siamo appena sopra un livello di resistenza molto importante sul quale verificare la forza rialzista dell’euro o una ripresa dello Yen. Il prezzo ci indicherà la strategia.

Eur-Yen: seppur con un movimento poco lineare e tra diversi alti e bassi, prosegue il deprezzamento della valuta nipponica che ha portato l’Eur-Yen nuovamente sui livelli di massimo degli ultimi quattro anni in area 134,50.
Tutti i time frames che utilizzo (weekly, daily e H4) evidenziano un movimento rialzista e sopra la media mobile, per cui la strategia più significativa per seguire il trend potrebbe essere quella di attendere la conferma dell’odierna rottura del livello chiave mediante un segnale di trading long (magari in correzione tecnica sul livello stesso), per comprare questo cross con target nella successiva zona di resistenza 137; tale movimento sarebbe anche in linea con aspetti fondamentali legati alla lotta alla deflazione da parte del governo giapponese e della Bank of Japan.
Considerando però l’importanza del livello 134,50 non escluderei a priori una eventuale entrata short, in controtrend, solo a fronte di un set up di price action ribassista, molto chiaro ed economicamente conveniente, che evidenzi una falsa rottura della resistenza appena violata.
euryen22


Finestra macroeconomica

Come scritto nell’articolo di ieri, tutte le attese odierne erano rivolte al recupero dei dati sul mercato del lavoro statunitense con la lettura dei Non Farm Payrolls. La disoccupazione è risultata essere leggermente inferiore alle previsioni (7,2%) ma in compenso abbiamo avuto una creazione di nuovi posti di lavoro in settembre molto inferiore alle attese (148mila unità rispetto alle 180mila previste e ancor più in discesa rispetto al mese di agosto).
Il calendario economico non ci ha praticamente riservato altro di molto rilevante, in termini di volatilità, a parte un ulteriore dato sulle vendite al dettaglio canadesi in calo, allo 0,2%, sia rispetto al dato anteriore che alle attese di mercato.
I principali indici azionari oggi sono rimasti attendisti fino all’uscita del dato sul mercato del lavoro statunitense, per poi prendere una decisa direzione rialzista proprio in virtù dei dati negativi sull’occupazione USA che favoriscono le ipotesi di una continuazione al sostegno dell’economia da parte della Federal Reserve ed un conseguente rallentamento del “tapering”.
Il mercato Forex reagisce a questa notizia macroeconomica portando il dollaro ai minimi biennali contro l’euro e rafforzando le commodity currencies. Ancora una discesa per il petrolio ed un rialzo per i metalli preziosi.
Domani avremo sicuramente un’altra intensa giornata da un punto di vista macroeconomico con il dato sull’inflazione australiana, i verbali dell’ultimo meeting di politica monetaria della Bank of England (Minute), la fiducia dei consumatori della zona euro e la decisione tassi di interesse in Canada, con annessa conferenza stampa del governatore Stephen Poloz, dalla quale non dovrebbero giungere particolari sorprese.
www.mauriforex.com

Chi sono
Maurizio Orsini

Sono un trader indipendente che lavora nel mercato Forex e Cfd con la metodologia della Price Action Daily. Realizzo analisi e negoziazioni senza l’utilizzo di alcuno strumento che non sia il prezzo e con time frames giornalieri e settimanali. Si tratta di un’ operatività professionale e disciplinata che consente di lavorare nel Forex senza stress e con ottimi risultati, economici e di crescita nelle proprie competenze. Laureato in Economia nel 2001 (tesi in Analisi Tecnica dei Mercati Finanziari) completa nel 2002 il MEFIN (Master in Economia e Finanza Internazionale) presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2003 mi occupo di trading, prima nel mercato azionario ed in seguito in quello valutario nel quale lavoro come trader e formatore. Titolare della Mauriforex, realizzo anche consulenza finanziaria indipendente (associato NAFOP) e corsi educational volti a creare figure professionali che operino nel Forex in modo altamente specializzato. La mission è quella di creare traders di successo, con un approccio preciso e rigoroso al mercato, mettendo a disposizione la propria esperienza e competenza per diventare un punto di riferimento nel settore.