Eur-Usd, un lungo periodo di ribasso!

Scritto il 22 Ottobre, 2015 - 9:48 da Maurizio Orsini
Pubblicato in
1996 letture

Segnali Forex di Price Action
Eur-Usd, a fronte di una evidente confusione nel daily e nel weekly, lo scenario mensile appare molto più chiaro e potrebbe dare ottimi spunti di trading anche a breve._804c6564_

Eur-Usd, nella giornata del meeting BCE il mercato attende qualche novità da parte di Mario Draghi non tanto in relazione al livello tassi (che rimarranno al minimo storico dello 0,05%) quanto in relazione ad un possibile incremento quantitativo o temporale del Quantitative Easing, che potrebbe essere prorogato ben oltre la sua attuale scadenza del settembre 2016.

Vedremo quindi tra pochissimo se il grafico giornaliero dell’Eur-Usd riuscirà, a fronte della volatilità attesa, ad assumere una direzionalità più chiara e continua, direzionalità che manca da diverso tempo.

Sia il grafico daily, infatti, che quello settimanale evidenziano un movimento laterale con continui cambi di trend di breve periodo e violazioni della media mobile che rendono molto difficile un’operatività “daily”. Nonostante questa confusione di breve-medio termine abbiamo invece un quadro di più lungo periodo che fornisce delle prospettive più lineari; il time frame mensile ci mostra infatti la bella tendenza ribassista iniziata nel luglio 2008 e accentuatasi nel maggio dello scorso anno fino a toccare il minimo relativo in zona 1,05.

Dopo tale movimento discendente è partita una correzione tecnica di rialzo (in forma di “flag di continuazione”) che potrebbe riportare la quotazione dell’ Eur-Usd nuovamente in area 1,1480 o meglio ancora 1,1650; questo potrebbe essere favorito da un’eventuale conferma da parte della Federal Reserve del rinvio della stretta monetaria (cioè rialzo tassi USA) al nuovo anno, con conseguente probabile indebolimento della valuta statunitense. Se l’ Eur-Usd dovesse quindi riportarsi nella zona di resistenza sopra menzionata e disegnare chiari segnali di Price Action short (anche nel grafico giornaliero) potremmo valutare strategie di ingresso per riprendere il trend discendente di lungo periodo con target minimo sul supporto 1,05.

www.mauriforex.com (valute e materie prime)
www.mauritrading.it (azioni)
http://www.youtube.com/user/QUIFOREX

 

Chi sono
Maurizio Orsini

Sono un trader indipendente che lavora nel mercato Forex e Cfd con la metodologia della Price Action Daily. Realizzo analisi e negoziazioni senza l’utilizzo di alcuno strumento che non sia il prezzo e con time frames giornalieri e settimanali. Si tratta di un’ operatività professionale e disciplinata che consente di lavorare nel Forex senza stress e con ottimi risultati, economici e di crescita nelle proprie competenze. Laureato in Economia nel 2001 (tesi in Analisi Tecnica dei Mercati Finanziari) completa nel 2002 il MEFIN (Master in Economia e Finanza Internazionale) presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2003 mi occupo di trading, prima nel mercato azionario ed in seguito in quello valutario nel quale lavoro come trader e formatore. Titolare della Mauriforex, realizzo anche consulenza finanziaria indipendente (associato NAFOP) e corsi educational volti a creare figure professionali che operino nel Forex in modo altamente specializzato. La mission è quella di creare traders di successo, con un approccio preciso e rigoroso al mercato, mettendo a disposizione la propria esperienza e competenza per diventare un punto di riferimento nel settore.