Eur Usd quale futuro ?

Scritto il 10 Dicembre, 2014 - 14:44 da Filippo Pozzebon
Pubblicato in
2842 letture
Tag

Eur Usd quale futuro ? La pressione ribassista nei confronti della moneta unica contro il dollaro americano resta forte.

Eur Usd

Eur Usd

Il tutto alimentato dalle aspettative divergenti sulle politiche monetarie della BCE e della FED per i prossimi anni ( mentre negli Stati Uniti si sta cercando di capire quando la FED inizierà il ciclo di rialzo dei tassi, in Europa la BCE potrebbe dare il via al quantitative easing tanto richiesto dagli investitori): ma attenzione ai movimenti inaspettati di fine anno. Ecco nel dettaglio la situazione tecnica del cross:

La pressione ribassista iniziata a maggio 2014 ha prodotto un sell-off di ben 17 figure (dalla soglia psicologica di 1,4 il cross si è portato a ridosso di area 1,22), muovendosi in 5 onde ben definite 1,41,35 onda1 1,35  1,37 onda 2 1,37 – 1,25 onda 3 1,25 – 1,29 onda 4 1,29 1,22 onda 5. L’obiettivo ribassista del primo ciclo è quindi stato raggiunto.
La situazione tecnica che si sta formando tuttavia, non è favorevole ad una continuazione del trend ribassista, in quanto, come in prossimità dell’area di resistenza a 1,4 si sta formando un wedge / ending diagonal, pattern che preannuncia una reazione improvvisa alle porte. Dal punto di vista tecnico allora si può operare in due modalità:

Aspettare la formazione di nuovi minimi in area 1,223 per entrare long con target il ritracciamento al 38.2 di fibonacci in area 1,2915 oppure aspettare la rottura del wedge con un ordine pendente long a 1,247 e stop loss sotto il minimo che si è formato sempre con target 1,2915. Probabilmente area 1,29 sarà solo il primo obiettivo della reazione, non è da escludere infatti un ritorno, nei primi mesi del 2015,  sopra area 1,3 e verso il ritracciamento del 61.8 di fibonacci 1,33. Solo una rottura decisa di area 1,22 su timeframe daily potrebbe portare nuove pressioni ribassiste
Chi sono
Filippo Pozzebon

Sono un trader indipendente, lavoro nel mercato Forex commodities e azionario adottando strategie di trading discrezionale abbinate ad expert advisor di mia creazione e tecniche di spread trading. Laureato in Statistica e Informatica nel 2007 ho maturato un esperienza come dipendente bancario prima di dedicarmi a tempo pieno al trading. Le mie decisioni di trading partono dall'analisi tecnica dello strumento alla quale abbino sempre un'analisi intermarket delle variabili presenti nel mercato e un'analisi fondamentale dello scenario macroeconomico. Per approdondire le mie analisi : visita il sito: https://filipozze.wordpress.com/