Eur-Usd, illusione long?

Scritto il 10 Dicembre, 2015 - 9:17 da Maurizio Orsini
Pubblicato in
1352 letture

Eur-Usd, l’interventismo di Mario Draghi non è bastato per deprezzare l’euro che riesce anche a “battere” le Non Farm Payrolls positive e gira al rialzo.

eur-usd

Eur-Usd, la tendenza c’era ed era decisamente lineare nel grafico giornaliero ma è bastata una decisione al di sotto delle attese da parte della Banca Centrale Europea per provocare un cambio di movimento radicale (almeno nel breve periodo). A metà ottobre la quotazione del cambio principale faceva segnare circa 1,15 mentre esattamente una settimana fa eravamo 1000 pips più in basso ed all’interno di un down trend davvero ben definito (e tradato!) che è stato interrotto dalla super candela da 450 pips nel giovedì della BCE.

Da un punto di vista squisitamente macroeconomico, ma a questo punto almeno in teoria, dovrebbe esserci ancora uno scenario ribassista considerando il prolungamento del Quantitative Easing da parte di Mario Draghi (con potenziali nuove misure espansive se necessarie) e l’alta probabilità di assistere la prossima settimana al primo rialzo dei tassi USA dopo un decennio (in virtù anche delle buone Non Farm Payrolls della scorsa settimana); da un punto di vista tecnico abbiamo riscontrato la violazione dei massimi decrescenti, della media mobile 21 e dell’ex livello inferiore di lateralità 1,08/1,0820 che è stato mantenuto in qualità di supporto statico anche dopo il ritest di lunedì scorso.

Nel brevissimo periodo la tendenza è tornata ad essere rialzista ma il grafico settimanale, pur non brillando per direzionalità, ci mostra comunque un prezzo ancora al di sotto della EMA21 e questo potrebbe influire sul movimento di breve. Da un punto di vista operativo rimarrei “più short che long” al momento ma sarebbe comunque interessante valutare un ritest del supporto intermedio 1,0950 per considerare eventuali segnali di price action long. Al contrario set up ribassisti li considererei solo in zona 1,08.

www.mauriforex.com (valute e materie prime)
www.mauritrading.it (azioni)
http://www.youtube.com/user/QUIFOREX

eur-usd

Chi sono
Maurizio Orsini

Sono un trader indipendente che lavora nel mercato Forex e Cfd con la metodologia della Price Action Daily. Realizzo analisi e negoziazioni senza l’utilizzo di alcuno strumento che non sia il prezzo e con time frames giornalieri e settimanali. Si tratta di un’ operatività professionale e disciplinata che consente di lavorare nel Forex senza stress e con ottimi risultati, economici e di crescita nelle proprie competenze. Laureato in Economia nel 2001 (tesi in Analisi Tecnica dei Mercati Finanziari) completa nel 2002 il MEFIN (Master in Economia e Finanza Internazionale) presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2003 mi occupo di trading, prima nel mercato azionario ed in seguito in quello valutario nel quale lavoro come trader e formatore. Titolare della Mauriforex, realizzo anche consulenza finanziaria indipendente (associato NAFOP) e corsi educational volti a creare figure professionali che operino nel Forex in modo altamente specializzato. La mission è quella di creare traders di successo, con un approccio preciso e rigoroso al mercato, mettendo a disposizione la propria esperienza e competenza per diventare un punto di riferimento nel settore.