Eur-Usd, una discesa in piena confusione?

Scritto il 12 Febbraio, 2014 - 18:17 da Maurizio Orsini
Pubblicato in
1694 letture

Segnali Forex di Price Action
Eur-Usd, anche guardando il grafico daily la situazione non è fra le più chiare. Nonostante questo un segnale di price action short potrebbe essere interessante!

Eur-Usd
: la situazione del cambio principale non è tra le più chiare della sua serie storica: nel medio termine lo stesso si sta muovendo tra i livelli 1,38 e 1,34 ed anche nel breve periodo abbiamo una fase piuttosto confusa (tendenzialmente più in discesa) con forti rialzi a cui hanno fatto seguito pesanti cali della quotazione e poi nuovamente recuperi rialzista. Al momento l’Eur-Usd si trova sotto la trendline ribassista di breve periodo e sotto il livello di ex supporto intermedio 1,3620 nonchè in linea con la media mobile 21. Fermo restando che in una fase come questa attendere una direzionalità più evidente non è mai sbagliato, una possibile strategia da adottare potrebbe essere quella di verificare su tale zona, ora, di resistenza un evidente segnale short per entrare i n una continuazione ribassista con target iniziale in area 1,3480.
eurusd12

Calendario Forex

Questa mattina abbiamo ricevuto dalla Gran Bretagna il report sull’ inflazione da parte della Bank of England, con il relativo discorso del governatore Mark Carney che ha evidenziato una situazione positiva per il Regno Unito, con una modifica al rialzo della stima del prodotto interno lordo 2014 al 3,4% (dal 2,8%) ed un raggiungimento del target di disoccupazione (del 7%) prima del previsto. Dalla zona euro invece ricordiamo il dato sulla produzione industriale che è risultato in deciso ribasso, anche oltre le aspettative degli analisti.
Positiva la chiusura di questa mattina per l’indice Nikkei, dopo la chiusura per festività di ieri. Bene anche la seduta per i listini europei che chiudono praticamente tutti in buon rialzo; più indecisi al momento quelli americani.
Il calendario economico di domani ci mostrerà i dati relativi al mercato del lavoro australiano, l’inflazione tedesca, il consueto report mensile della banca centrale europea, i sussidi alla disoccupazione e le vendite al dettaglio statunitensi, la comunicazione del report di politica monetaria da parte di Janet Yellen anche al Senato.
www.mauriforex.com
http://www.youtube.com/user/QUIFOREX

Chi sono
Maurizio Orsini

Sono un trader indipendente che lavora nel mercato Forex e Cfd con la metodologia della Price Action Daily. Realizzo analisi e negoziazioni senza l’utilizzo di alcuno strumento che non sia il prezzo e con time frames giornalieri e settimanali. Si tratta di un’ operatività professionale e disciplinata che consente di lavorare nel Forex senza stress e con ottimi risultati, economici e di crescita nelle proprie competenze. Laureato in Economia nel 2001 (tesi in Analisi Tecnica dei Mercati Finanziari) completa nel 2002 il MEFIN (Master in Economia e Finanza Internazionale) presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2003 mi occupo di trading, prima nel mercato azionario ed in seguito in quello valutario nel quale lavoro come trader e formatore. Titolare della Mauriforex, realizzo anche consulenza finanziaria indipendente (associato NAFOP) e corsi educational volti a creare figure professionali che operino nel Forex in modo altamente specializzato. La mission è quella di creare traders di successo, con un approccio preciso e rigoroso al mercato, mettendo a disposizione la propria esperienza e competenza per diventare un punto di riferimento nel settore.