Eur-Usd, analisi tecnica

Scritto il 12 Dicembre, 2013 - 20:15 da Maurizio Orsini
Pubblicato in
1704 letture
Tag

Eur-Usd, il trend vigente è rialzista ed il prezzo ha raggiunto una importante resistenza sulla quale potrebbe esserci anche uno storno tecnico al ribasso.

Eur-Usd: il cambio principale del mercato è in una fase di chiaro apprezzamento dell’euro che ha spinto la quotazione al rialzo di circa 5 figure nel corso dell’ultimo mese. Dopo sette sedute consecutive di rialzo, Eur-Usd ha toccato l’area di resistenza 1,38 , giĂ  testata a fine ottobre, e vicina alla zona dinamica rappresentata dalla trend line ribassista di lungo periodo. Al momento il prezzo sta stornando al ribasso ma senza un chiaro segnale di trading che mi faccia pensare ad una entrata in controtrend (nel caso con target sul supporto 1,3620). Attenderò quindi la fine della correzione per valutare un ingresso in trend; se invece ci sarĂ  una rottura rialzista della zona 1,38 da parte dell’Eur-Usd, confermata da un set up di price action long, valuterò un’entrata in acquisto con possibile target sulla seguente area di resistenza 1,4020.
eurusd12

Finestra macroeconomica

Il calendario economico di oggi ha messo in evidenza interessanti market movers da tutto il mondo: dall’Australia i dati sul mercato del lavoro (positivi:disoccupazione come da attese ed occupazione in netto rialzo); dalla zona euro la produzione industriale (scesa allo 0,2%) ed il report mensile della BCE (che ha confermato la cosiddetta forward guidance, ossia la linea di politica monetaria accomodante e con tassi bassi fino a quando sarĂ  necessario, anche con ulteriori misure operative da adottare); dalla Svizzera il meeting di politica monetaria con la conferma da parte del governatore Jordan delle attuali linee monetarie, delle stime di crescita e con una revisione al ribasso dell’inflazione; dagli Stati Uniti le vendite al dettaglio (aumentate) e le richieste di sussidi alla disoccupazione (questa volta in netta crescita, molto al di sopra delle attese, e quindi un dato negativo).
I più importanti indici azionari  hanno avuto anche oggi una giornata di vendite, soprattutto per Tokyo, Milano e Londra.
Il Forex mostra un ritorno alla forza del dollaro, variabilitĂ  per l’euro ed una nuova debolezza per i metalli preziosi.
Domani il quadro macroeconomico ci presenterà uno dei venerdì più tranquilli degli ultimi mesi, con la produzione industriale giapponese quale unico principale market mover di maggior volatilità attesa.
www.mauriforex.com

Chi sono
Maurizio Orsini

Sono un trader indipendente che lavora nel mercato Forex e Cfd con la metodologia della Price Action Daily. Realizzo analisi e negoziazioni senza l’utilizzo di alcuno strumento che non sia il prezzo e con time frames giornalieri e settimanali. Si tratta di un’ operatività professionale e disciplinata che consente di lavorare nel Forex senza stress e con ottimi risultati, economici e di crescita nelle proprie competenze. Laureato in Economia nel 2001 (tesi in Analisi Tecnica dei Mercati Finanziari) completa nel 2002 il MEFIN (Master in Economia e Finanza Internazionale) presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2003 mi occupo di trading, prima nel mercato azionario ed in seguito in quello valutario nel quale lavoro come trader e formatore. Titolare della Mauriforex, realizzo anche consulenza finanziaria indipendente (associato NAFOP) e corsi educational volti a creare figure professionali che operino nel Forex in modo altamente specializzato. La mission è quella di creare traders di successo, con un approccio preciso e rigoroso al mercato, mettendo a disposizione la propria esperienza e competenza per diventare un punto di riferimento nel settore.