Eur-Gbp, nuova ripartenza?

Scritto il 24 Luglio, 2013 - 21:07 da Maurizio Orsini
Pubblicato in
1455 letture

Eur-Gbp, dopo la falsa rottura del supporto sembra riprendere nuovamente la direzione del trend rialzista. Analizziamo le differenti strategie Long…

Eur-Gbp: dopo la falsa rottura ribassista avuta negli ultimi due giorni, il prezzo di Eur-Gbp sembra avere ripreso la direzionalità rialzista che il trend di breve periodo ci sta mostrando, pur non avendo al momento una forza esplosiva. Se lo stesso confermerà il momentum ascendente, potremmo rivedere presto la quotazione intorno ai livelli di massimo 0,8750 dello scorso marzo. A tal proposito potremmo ricercare uno spunto di ingresso in acquisto considerando due differenti strategie: la prima, più prudente, cercando la rottura del massimo odierno come conferma (lasciando però alcuni pips al mercato); la seconda, più aggressiva, puntando ad un temporaneo ritracciamento del prezzo in area 0,86 per migliorare il rapporto rischio/rendimento (esponendosi però al rischio di ulteriori ribassi sotto i supporti!).  L’ideale sarebbe comunque gestire l’intera operazione su Eur-Gbp prima di giovedì prossimo quando avremo la decisione tassi sia nel Regno Unito che nella zona euro con tutta la volatilità che solitamente si verifica.

eurgbp24


Finestra macroeconomica

In attesa di conoscere tra pochissime ore il market mover più importante della giornata, la decisione tassi di interesse neozelandesi (con probabile conferma del livello 2,50%), il calendario economico ha già evidenziato nella mattinata il dato sulla bilancia commerciale in Giappone (sotto le attese), l’inflazione in Australia (al 2,4% tendente al target del 2% prefissato dalla banca centrale), la produzione manifatturiera in Cina (ancora in diminuzione!) ed in Europa (sia il dato tedesco che quello della zona euro sono risultati sopra le aspettative e sopra le precedenti rilevazioni).
I principali indici azionari hanno, anche oggi, concluso le negoziazioni con performance positive soprattutto per le borse europee; maggior incertezza per quelle americane che risentono degli importanti livelli di massimo storico.
Domani verranno rilasciati dagli Stati Uniti i dati sui beni durevoli e sulle richieste di sussidi alla disoccupazione; dall’Europa invece sarà comunicato il consueto indice IFO sulla fiducia tedesca ed il prodotto interno lordo del Regno Unito.
www.mauriforex.com

Chi sono
Maurizio Orsini

Sono un trader indipendente che lavora nel mercato Forex e Cfd con la metodologia della Price Action Daily. Realizzo analisi e negoziazioni senza l’utilizzo di alcuno strumento che non sia il prezzo e con time frames giornalieri e settimanali. Si tratta di un’ operatività professionale e disciplinata che consente di lavorare nel Forex senza stress e con ottimi risultati, economici e di crescita nelle proprie competenze. Laureato in Economia nel 2001 (tesi in Analisi Tecnica dei Mercati Finanziari) completa nel 2002 il MEFIN (Master in Economia e Finanza Internazionale) presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2003 mi occupo di trading, prima nel mercato azionario ed in seguito in quello valutario nel quale lavoro come trader e formatore. Titolare della Mauriforex, realizzo anche consulenza finanziaria indipendente (associato NAFOP) e corsi educational volti a creare figure professionali che operino nel Forex in modo altamente specializzato. La mission è quella di creare traders di successo, con un approccio preciso e rigoroso al mercato, mettendo a disposizione la propria esperienza e competenza per diventare un punto di riferimento nel settore.