Eur-Gbp, cerchiamo uno spunto Long

Scritto il 17 Luglio, 2013 - 21:23 da Maurizio Orsini
Pubblicato in
1515 letture

Eur-Gbp,  il cross europeo si trova in una fase di correzione tecnica dopo la rottura rialzista della scorsa settimana. Cerchiamo un segnale di trading per seguire il trend.

Eur-Gbp: il grafico daily di Eur-Gbp mostra un movimento tendenzialmente rialzista dopo la rottura avuta la scorsa settimana di circa due mesi di lateralità. Attualmente il prezzo mostra un temporaneo rafforzamento della sterlina che sta generando un cosiddetto pull back tecnico sul livello di rottura (0,86). Su tale livello, con la media mobile 21 in arrivo, ricercherò un segnale operativo Long per riprendere il potenziale trend rialzista di breve con target di profitto in area 0,8750 prima e 0,8870 successivamente. Anche il grafico settimanale di Eur-Gbp evidenzia un movimento ascendente di medio periodo con i prezzi al di sopra della EMA21.
eurgbp

Finestra macroeconomica

Nella giornata odierna abbiamo ricevuto i verbali di due decisioni tassi di interesse, in Inghilterra e Giappone. La Bank of Japan ha confermato unanimemente la continuazione della politica monetaria accomodante e del piano di acquisto di asset per raggiungere e mantenere l’obiettivo principale della stabilità del livello dei prezzi al 2%, fotografando altresì una situazione economica interna in miglioramento (grazie soprattutto ad un continuo incremento delle esportazioni e della produzione industriale).
Anche la Bank of England ha confermato all’unanimità il mantenimento del tasso di interesse ed il piano di acquisto asset da 375 miliardi di sterline evidenziando, su quest’ultimo punto, un superamento dei disaccordi emersi nel precedente meeting.
Sempre dall’Inghilterra sono stati rilasciati i dati sul mercato del lavoro in giugno con una disoccupazione come da attese al 7,8% ed un incremento nel numero di nuovi occupati.
Dal Canada abbiamo avuto la conferma da parte del governatore Stephen Poloz del livello di tassi di interesse all’1%.
Il focus degli operatori è stato però rivolto agli Stati Uniti ed in particolar modo (oltre al consueto Beige Book della Fed sulla situazione economica americana) alla presentazione alla Camera da parte di Ben Bernanke del rapporto semi annuale di politica monetaria il quale ha confermato la continuazione della politica di stimoli all’economia senza incremento nei tassi nel breve periodo fino a quando il livello di disoccupazione sarà superiore al 6,5%. La durata del quantitative easing, secondo le parole di Bernanke, non è “scritta sulla pietra” e benché ci sia l’intenzione di una progressiva diminuzione, questa dipenderà solo dai migliori dati macro futuri.
Domani il calendario economico ci presenterà il dato sulle vendite al dettaglio nel Regno Unito, i sussidi alla disoccupazione americani e la presentazione del report di Bernanke al Senato.
www.mauriforex.com

Chi sono
Maurizio Orsini

Sono un trader indipendente che lavora nel mercato Forex e Cfd con la metodologia della Price Action Daily. Realizzo analisi e negoziazioni senza l’utilizzo di alcuno strumento che non sia il prezzo e con time frames giornalieri e settimanali. Si tratta di un’ operatività professionale e disciplinata che consente di lavorare nel Forex senza stress e con ottimi risultati, economici e di crescita nelle proprie competenze. Laureato in Economia nel 2001 (tesi in Analisi Tecnica dei Mercati Finanziari) completa nel 2002 il MEFIN (Master in Economia e Finanza Internazionale) presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2003 mi occupo di trading, prima nel mercato azionario ed in seguito in quello valutario nel quale lavoro come trader e formatore. Titolare della Mauriforex, realizzo anche consulenza finanziaria indipendente (associato NAFOP) e corsi educational volti a creare figure professionali che operino nel Forex in modo altamente specializzato. La mission è quella di creare traders di successo, con un approccio preciso e rigoroso al mercato, mettendo a disposizione la propria esperienza e competenza per diventare un punto di riferimento nel settore.