Eur-Gbp, attendiamo la fine della correzione per segnali di trading short

Scritto il 17 Settembre, 2013 - 20:46 da Maurizio Orsini
Pubblicato in
1716 letture

Eur-Gbp, dopo la rottura della trendline di medio periodo, aspettiamo una conferma di price action per aprire posizioni corte approfittando della forza della sterlina.

Eur-Gbpla rottura della trendline ribassista di medio periodo realizzatasi a fine agosto è stata confermata dalla violazione, venerdi scorso, del supporto 0,84 molto importante anche nel grafico settimanale (anch’esso più short che long). Attualmente siamo in fase di ritest di questo livello ed uno dei miei segnali di trading short si potrebbe valutare con particolare interesse al fine di aprire posizioni in vendita ed entrare in un movimento che potrebbe vedere come target di breve periodo l’area 0,8230. Attenzione comunque alla corretta interpretazione dei segnali in virtù anche della volatilità che il Minute della Bank of England domani potrebbe generare.
eurgbp 17

Finestra macroeconomica

Il calendario economico odierno ci ha presentato il Minute della Reserve Bank of Australia relativamente ai verbali dell’ultima decisione tassi australiana (crescita sotto trend, export in aumento, disoccupazione in crescita ma volatile, tasso di cambio ancora apprezzato e tassi di interesse che potrebbero subire nuovi tagli), l’inflazione inglese (stabile ma sotto le attese) e americana (in discesa all’1,5%) ed il consueto appuntamento mensile con l’indice di fiducia tedesco Zew che è letteralmente balzato oltre le attese di mercato, a 49.6 punti, confermando il buon recupero della “locomotiva” tedesca.
Sempre in attesa del meeting del Fomc di domani, I mercati azionari chiudono una seduta poco volatile e con valori intorno alla parità (peggiori le performance di Londra e Tokio, meglio le piazze americane).
Nel mercato Forex evidenziamo oggi una leggera debolezza del dollaro, dei preziosi e del petrolio al contrario delle commodity currencies ed in parte anche dell’euro che beneficia del buon dato sulla fiducia tedesca.
Come già anticipato, l’avvenimento più importante di domani sarà la riunione della Federal Reserve americana per rendere pubblici i verbali della decisione tassi di inizio mese. Decisamente rilevante (come la volta precedente) sarà conoscere lo statement di politica monetaria e le parole di Ben Bernanke in merito al cosiddetto “tapering” (riduzione del piano di stimoli) per capire se ci sono margini per stabilire come e quando ridurre l’acquisto di asset governativi.
Per domani ricordiamo anche il rilascio dei verbali di politica monetaria della Bank of England.
www.mauriforex.com

Chi sono
Maurizio Orsini

Sono un trader indipendente che lavora nel mercato Forex e Cfd con la metodologia della Price Action Daily. Realizzo analisi e negoziazioni senza l’utilizzo di alcuno strumento che non sia il prezzo e con time frames giornalieri e settimanali. Si tratta di un’ operatività professionale e disciplinata che consente di lavorare nel Forex senza stress e con ottimi risultati, economici e di crescita nelle proprie competenze. Laureato in Economia nel 2001 (tesi in Analisi Tecnica dei Mercati Finanziari) completa nel 2002 il MEFIN (Master in Economia e Finanza Internazionale) presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2003 mi occupo di trading, prima nel mercato azionario ed in seguito in quello valutario nel quale lavoro come trader e formatore. Titolare della Mauriforex, realizzo anche consulenza finanziaria indipendente (associato NAFOP) e corsi educational volti a creare figure professionali che operino nel Forex in modo altamente specializzato. La mission è quella di creare traders di successo, con un approccio preciso e rigoroso al mercato, mettendo a disposizione la propria esperienza e competenza per diventare un punto di riferimento nel settore.