Esiste un patto segreto Draghi-Yellen?

Scritto il 6 Dicembre, 2015 - 19:45 da Fabio Troglia
Pubblicato in
2405 letture
Tag

Esiste un patto segreto Draghi-Yellen? In queste ultime settimane le piazze finanziarie, _9c94e6d1_ si giocano il loro futuro, ma si vedono alcune peculiarità interessanti.

Draghi-Yellen

Draghi-Yellen

Dopo 13 anni che opero sui mercati, ho capito poco, ma una cosa certamente. ossia che nulla accade per caso, solo che spesso noi non abbiamo gli strumenti giusti per capire nell’immediato certe dinamiche. In questi giorni tutti parlano del fallimento da parte di Mario Draghi, che non ha promesso quello che aveva anticipato, che ha deluso il mercato ecc..ma se poi andiamo più a fondo, e proviamo con un po d’immaginazione a guardare oltre ci rendiamo conto che:

-Il mondo economico finanziario, si trova in uno di più grandi casini del mondo a leva, della storia, che se mal gestito rischia di far saltare tutto il sistema, questo è un dato oggettivo.Di fatto sono anni che le banche centrali hanno cercato di salvare l’economie mondiali con il mero utilizzo della leva finanziaria, ora si sono resi conto, che questo sistema non funziona.Ma si ritrovano tra due fuochi, se staccano la spina tutto crolla, ma se non trovano una via di uscita nel medio termine, il giocattolo si romperà lo stesso.

La soluzione si chiama ancora una volta Usa che hanno deciso, che saranno loro che faranno uscire il mondo da questo casino, visto che sono anche coloro che lo hanno creato.Quindi saranno i primi che usciranno allo scoperto, con un tentativo di normalizzazione dei tassi d’interesse e un processo di riduzione della leva. Ovviamente gli Usa devono pero fare molta attenzione perché politiche assolutamente divergenti rischierebbero in breve tempo di mettere gli Usa in ginocchio a causa di un dollaro troppo forte.Quindi a mio avviso la manovra di Draghi è stata studiata ad arte per dare un po di fiato al cross valutario euro dollaro e permettere alla Yellen di alzare i tassi tranquillamente, senza andare subito con un cross valutario sotto la parità.

Questa collaborazione credo che sia giusta e vada verso una grande direzione, ossia verso una globalizzazione mondiale della banche centrali, che in un futuro non cosi lontano, non saranno sempre più identificabili in due massimo tre poteri..ma questo è un altro discorso.

Dal punto di vista dell’investitore questa è una grande opportunità, il suo nome si chiama: Euro dollaro, che a questi livelli ossia 1.09 è un occasione short incredibile. Sapendo invece che quando i prezzi andranno in area 1-0.9 si trasformerà in un occasione stupenda di reverse long con grandi quantità di denaro, perché abbiamo già capito da questi atteggiamenti, che il cross valutario, non potrà stare a lungo al di sotto della parità.

Quindi per concludere, credo che l’ultimo punto da chiarire dietro questa situazione sarà la politica economica degli Usa, ossia la forza e la loro volontà di normalizzazione. Ma attenzione non crediate che questo movimento dell’euro sia strutturale, nel medio termine per la moneta unica esiste una sola strada quella del ribasso.

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.