Eni, perchè è interessante?

Scritto il 11 Novembre, 2014 - 12:45 da Filippo Pozzebon
Pubblicato in
2583 letture
Tag

Eni, perchè è interessante?Analizziamo oggi , in quanto il titolo a maggiore capitalizzazione del FTSE MIB.

ENI

ENI

Dall’immagine giornaliera si nota che, il titolo, ormai da mesi ha imboccato una spirale discendente dalla quale difficilmente riesce a recuperare con convinzione (aspetto tecnico molto simile a quello dell’indice).
La soglia psicologica in area 20 ha respinto le ambizioni rialziste creando un movimento direzionale ribassista.
La prima ondata di vendite ha portato l’azione a contatto con il primo supporto in zona 17,6 ; supporto che ha retto consentendo un movimento di correzione fino a 19. Il rimbalzo tecnico ha confermato però, l’inizio di una nuova fase sell, in quanto ENI non è riuscita ad aggiornare nuovi massimi di periodo: si è cosi formato un canale ribassista (all’interno del quale si possono individuare massimi decrescenti e minimi crescenti) .
Dopo essere scesa violentemente verso area 15,2 il titolo ha ritracciato millimetricamente sul 50 % di fibonacci. Ora la situazione tecnica che si sta creando, preannuncia un forte movimento direzionale in arrivo, a causa della congestione di volatilità che le quotazioni hanno subito nell’ultimo mese. Con molta probabilità per completare il movimento ci sarà un ultima gamba che porterà l’azione ha contatto con i supporti statici posti in area 14,8 – 14,2.
Solamente una violazione del canale ribassista potrebbe richiamare nuovi compratori, viceversa fino a quando il titolo resterà sotto 17,5, una discesa verso i supporti citati in precedenza sembra l’ipotesi più probabile.
La debolezza di ENI, inoltre, potrebbe preannunciare nuove vendite sul nostro indice principale.
Chi sono
Filippo Pozzebon

Sono un trader indipendente, lavoro nel mercato Forex commodities e azionario adottando strategie di trading discrezionale abbinate ad expert advisor di mia creazione e tecniche di spread trading. Laureato in Statistica e Informatica nel 2007 ho maturato un esperienza come dipendente bancario prima di dedicarmi a tempo pieno al trading. Le mie decisioni di trading partono dall'analisi tecnica dello strumento alla quale abbino sempre un'analisi intermarket delle variabili presenti nel mercato e un'analisi fondamentale dello scenario macroeconomico. Per approdondire le mie analisi : visita il sito: https://filipozze.wordpress.com/