Dubai: pensi di conoscerla?

Scritto il 21 Febbraio, 2015 - 14:00 da Redazione
Pubblicato in
3344 letture
Tag

Dubai: pensi di conoscerla?

Dubai è una città poco nota ai più e per questo i “miti” che si sono creati su questa città sono tanti. Scopriamoli insieme e vediamo di sfatarli.

dubai

dubai

1.       E’ una Disneyworld per adulti

Chi non ha sentito questa affermazione più volte? Io un sacco di volte! Certo, Dubai è la città del “tutto è possibile”, del “più grande è, meglio è”, ma non possiamo non pensare anche al resto. All’ondata green ad esempio che ha invaso la città con il proliferarsi di supermercati, bar e ristoranti che offrono cibo organico o gluten-free e allo sviluppo dell’eco sostenibile anche per la costruzione degli edifici.

Si, qui tutto è bello e pulito e scintillante, ma cosa c’è di male? Per di più i servizi sono davvero top, che si parli del supermercato sotto casa o del ristorante di lusso.

2.       LE DONNE SONO TRATTATE COME CITTADINI DI SERIE B

La maggior parte delle persone collega il musulmano alla misoginia. Il fatto è che forse solo vivendo o visitando il paese ci si può rendere conto che non c’è cosa più sbagliata di questa! Le donne, come il resto della popolazione del resto, vivono in una città molto sicura, a criminalità zero. Le donne godono di una zona riservata su Metro e Tram, donne e uomini ricevono aiuto al supermercato per la preparazione delle buste con gli acquisti e, a volte, vengono accompagnate fino alla macchina (o a casa!): un bell’aiuto per chi, come me, fa la spesa con i bimbi a seguito!

3.       IL BOOM IMMOBILIARE E’ FINITO

Basta fare un giro in città per rendersi conto che Dubai è in continuo cambiamento, in continua espansione. I nuovi progetti in approvazione o quelli già in costruzione sono tanti, tutti mirati a rendere ancora più bella la città, più ricca di servizi per i residenti. E’ vero che tutto questo è costruito con la fatica degli immigrati asiatici, sopratutto indiani e pakistani, ma è anche vero che tanti tra loro arrivano da mondi ben più duri e da condizioni ben peggiori e qui possono trovare associazioni caritatevoli che si occupano proprio del miglioramento delle condizioni di vita dei lavoratori disagiati.

4.       L’ISLAM E’ LA SOLA RELIGIONE CELEBRATA

Dubai è in realtà molto tollerante verso gli altri credo e celebra apertamente Natale, Pasqua, Diwali e Holi (festività indiane) e molte altre festività non musulmane. Ci sono diverse chiese sparse per la città, tra cui una di queste a Jebel Ali che celebra la Messa in italiano. Durante la festa sacra del Ramadan inoltre gli expats sono invitati a celebrare con i locali, se non si chiama condivisione questa…

5.       DUBAI NON HA ANIMA

Certo a Dubai potete passare una giornata intera in un Mall a girare per negozi (e perdervi!), partecipare a sfilate di moda, fare shopping folle, soggiornare in un hotel cinque stelle e cenare in un ristorante di lusso, ma c’è anche altro. Se quello di cui si ha bisogno è quiete e relax basta un piccolo viaggio in auto per trovarsi in mezzo al deserto ed assaporare natura e silenzio, visitare il distretto storico di Bastakiya, che presto farà parte del Patrimonio dell’Unesco, o partecipare a lezioni di yoga e meditazione in spiaggia sotto la luna piena, partecipare a corsi di cucina e mille altre opportunità.

Non credete ai racconti: visitate Dubai di persona e non solo per qualche giorno, Dubai richiede più tempo perchè ha tanto da offrirvi. Se saprete guardare tra le righe, se saprete andare oltre, vi conquisterà, ne sono certa!

Chi sono
Avatar