Dow Jones, ottima zona short!

Scritto il 30 Aprile, 2014 - 17:54 da Maurizio Orsini
Pubblicato in
1595 letture

Segnali Forex di Price Action
Dow Jones, siamo su un livello di massimo storico sul quale possiamo ricercare segnali di Price Action short con un rapporto risk/reward molto interessante.

Dow Jones, il grafico settimanale di questo importante indice americano ci mostra il prezzo al culmine di un movimento rialzista che è giunto in zona 16550/16600, massimo storico e livello superiore della lateralità di medio termine. Vista l’importanza della resistenza, è assolutamente “doveroso” ricercare un segnale di trading short per approfittare di un’ eventuale correzione al ribasso che avrebbe come primo target la zona di supporto 16000. L’importanza di attendere comunque un set up di price action si deve all’esigenza di evitare nuovi break out rialzisti in linea con la tendenza bullish di lungo periodo!
dow30

Calendario Forex
La giornata odierna si è aperta con una serie di dati provenienti dal Giappone come la produzione manifatturiera (in discesa) e quella industriale (invariata ma sotto le previsioni) e, soprattutto, il meeting di politica monetaria della banca centrale che ha sostanzialmente confermato il programma di quatitative easing (tassi e base monetaria) adottato da ormai 12 mesi.
In mattinata abbiamo ricevuto dalla Germania il dato sulle vendite al dettaglio (crollate in marzo) e quelli sul mercato del lavoro (disoccupazione invariata ma occupazione in calo); mentre dalla zona euro i mercati stavano attendendo l’importante notizia sull’inflazione che è salita all’ 1% rispettando le previsioni degli analisti.
Nel pomeriggio è stato pubblicato dal Canada il prodotto interno lordo (sceso in febbraio allo 0,2% come da attese) e dagli Stati Uniti il dato sui consumi individuali e l’indice Chicago PMI (entrambi meglio del previsto) ed il PIL (letteralmente crollato allo 0,1%).
Il market mover più atteso della giornata giungerà tra pochissime ore, sempre dagli States, con la riunione di politica monetaria della Federal Reserve e la decisione in merito ai tassi di interesse e all’ aquisto di asset governativi.
Le borse asiatiche hanno chiuso oggi piuttosto contrastate (molto male Hong Kong e appena sopra la parità Tokyo). L’apertura europea ha evidenziato un leggero calo, poi accentuato in seguito all’ apertura negativa di Wall Street.
Il calendario macro di domani ci mostrerà diversi dati manifatturieri (Cina, Australia, Regno Unito e Stati Uniti) e le richieste di sussidi alla disoccupazione americani.
www.mauriforex.com
http://www.youtube.com/user/QUIFOREX

Chi sono
Maurizio Orsini

Sono un trader indipendente che lavora nel mercato Forex e Cfd con la metodologia della Price Action Daily. Realizzo analisi e negoziazioni senza l’utilizzo di alcuno strumento che non sia il prezzo e con time frames giornalieri e settimanali. Si tratta di un’ operatività professionale e disciplinata che consente di lavorare nel Forex senza stress e con ottimi risultati, economici e di crescita nelle proprie competenze. Laureato in Economia nel 2001 (tesi in Analisi Tecnica dei Mercati Finanziari) completa nel 2002 il MEFIN (Master in Economia e Finanza Internazionale) presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2003 mi occupo di trading, prima nel mercato azionario ed in seguito in quello valutario nel quale lavoro come trader e formatore. Titolare della Mauriforex, realizzo anche consulenza finanziaria indipendente (associato NAFOP) e corsi educational volti a creare figure professionali che operino nel Forex in modo altamente specializzato. La mission è quella di creare traders di successo, con un approccio preciso e rigoroso al mercato, mettendo a disposizione la propria esperienza e competenza per diventare un punto di riferimento nel settore.