Dollar Index, un segnale di trading short per entrare in vendita

Scritto il 25 Settembre, 2013 - 20:51 da Maurizio Orsini
Pubblicato in
1350 letture

Dollar Index, siamo in una fase di accumulazione di brevissimo periodo che potrebbe far presagire ad una nuova caduta della valuta americana; attendiamo segnali di trading short.

Dollar Indexla settimana scorsa abbiamo assistito alla rottura dell’area di supporto 10,60 in seguito al forte sell off di dollari relativo al meeting della Fed. Nelle ultime sedute si sono formate candele di accumulazione e di ritracciamento verso il livello violato senza la forza (al momento) di riportarsi al di sopra dello stesso. Sia il grafico giornaliero che quello settimanale evidenziano una tendenza ribassista ed un valore del Dollar Index sotto la media esponenziale 21. La strategia operativa potrebbe essere quindi quella di attendere uno dei miei segnali di trading short proprio sul livello sopra menzionato al fine di entrare in un nuovo movimento discendente che potrebbe avere come possibile target l’area 10,42 che corrisponde al livello inferiore del vecchio range di lateralità che lo stesso Dollar Index disegnò tra il primo ed il secondo trimestre 2013.
Eventuali notizie di carattere fondamentale legate a decisioni della Fed più “definitive” sul tapering potrebbero accentuare questa fase di deprezzamento del dollaro.
dollar25

Finestra macroeconomica

I principali market movers della giornata odierna sono arrivati dagli Stati Uniti con la vendita di nuove abitazioni e gli ordini dei beni durevoli (entrambi in netta crescita rispetto al dato anteriore ed anche rispetto alle previsioni).
Le borse dei valori europee hanno aperto piuttosto debolmente, dopo la chiusura negativa dei mercati asiatici, e confermano questo andamento per tutta la seduta con l’eccezione di Madrid ben al di sopra della parità.
Il mercato Forex ha evidenziato oggi una giornata di debolezza per yen e dollaro, di recupero per le commodity currencies, di forza per l’euro.
Il calendario economico di domani ci presenterà due dati relativi al prodotto interno lordo (del Regno Unito e degli Stati Uniti) e quello sulle richieste di sussidi alla disoccupazione USA.
www.mauriforex.com

 

Chi sono
Maurizio Orsini

Sono un trader indipendente che lavora nel mercato Forex e Cfd con la metodologia della Price Action Daily. Realizzo analisi e negoziazioni senza l’utilizzo di alcuno strumento che non sia il prezzo e con time frames giornalieri e settimanali. Si tratta di un’ operatività professionale e disciplinata che consente di lavorare nel Forex senza stress e con ottimi risultati, economici e di crescita nelle proprie competenze. Laureato in Economia nel 2001 (tesi in Analisi Tecnica dei Mercati Finanziari) completa nel 2002 il MEFIN (Master in Economia e Finanza Internazionale) presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2003 mi occupo di trading, prima nel mercato azionario ed in seguito in quello valutario nel quale lavoro come trader e formatore. Titolare della Mauriforex, realizzo anche consulenza finanziaria indipendente (associato NAFOP) e corsi educational volti a creare figure professionali che operino nel Forex in modo altamente specializzato. La mission è quella di creare traders di successo, con un approccio preciso e rigoroso al mercato, mettendo a disposizione la propria esperienza e competenza per diventare un punto di riferimento nel settore.