Dollar Index, nuovo rialzo del dollaro?

Scritto il 3 Luglio, 2013 - 21:00 da Maurizio Orsini
Pubblicato in
1280 letture

Dollar Index, non coinvolto da rilevanti notizie macro prima di venerdi, questo cfd potrebbe  riprendere il movimento Long dopo questa fase di correzione. Vediamo come attraverso il nostro grafico “nudo”!

Dollar Index: dopo la rottura di ieri, sul daily, del livello di resistenza 10.850 il prezzo del Cfd Dollar Index oggi storna leggermente ma sempre all’ interno di un movimento rialzista di breve periodo e sopra la media mobile. Certamente la valuta americana dovrà affrontare una giornata di particolare volatilità fra 2 giorni, con il market mover più importante del Forex (Non Farm Payrolls), in ogni caso un chiaro segnale di Price Action Long sul livello chiave sopracitato (adesso supporto) si potrebbe comunque considerare per riprendere il movimento rialzista verso i target 10.950 prima e 11.050 poi. In caso invece di una violazione ribassista, con successivo set up short, si potrebbe valutare un ritorno alla successiva zona di supporto 10.740 .
Dollar03

Finestra macroeconomica

Come visto nel mio articolo di ieri, la giornata macroeconomica è iniziata con dei dati provenienti dall’ Australia che registra una sorta di “pareggio” con un risultato della bilancia commerciale ben positivo ma uno sulle vendite al dettaglio al di sotto delle attese.
Anche dall’ Europa rileviamo il dato sulle vendite al dettaglio, nettamente migliore del dato precedente e di quello atteso.
Dagli Stati Uniti abbiamo avuto l’importante dato della variazione dell’impiego, molto al di sopra del previsto con una diminuzione anche delle richieste di sussidi alla disoccupazione, ed il dato sulla bilancia commerciale che è invece risultato peggiore delle attese.
I mercati azionari hanno avuto un’altra giornata difficile a causa dell’intensificarsi delle tensioni in Egitto e dei nuovi timori per la euro zona in seguito ad una nuova imminente crisi politica in Portogallo (ma anche in Grecia!); leggermente meglio le borse americane.
Per quanto riguarda domani avremo, ovviamente, la seduta più attesa dell’intera settimana con la doppia decisione tassi di interesse in Europa e Regno Unito (primo meeting per il neo governatore Mark Carney appena arrivato dalla Bank of Canada!) dove non saranno tanto le modifiche ad essere attese, quanto la volatilità che solitamente generano le rispettive comunicazioni di politica monetaria.

Chi sono
Maurizio Orsini

Sono un trader indipendente che lavora nel mercato Forex e Cfd con la metodologia della Price Action Daily. Realizzo analisi e negoziazioni senza l’utilizzo di alcuno strumento che non sia il prezzo e con time frames giornalieri e settimanali. Si tratta di un’ operatività professionale e disciplinata che consente di lavorare nel Forex senza stress e con ottimi risultati, economici e di crescita nelle proprie competenze. Laureato in Economia nel 2001 (tesi in Analisi Tecnica dei Mercati Finanziari) completa nel 2002 il MEFIN (Master in Economia e Finanza Internazionale) presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2003 mi occupo di trading, prima nel mercato azionario ed in seguito in quello valutario nel quale lavoro come trader e formatore. Titolare della Mauriforex, realizzo anche consulenza finanziaria indipendente (associato NAFOP) e corsi educational volti a creare figure professionali che operino nel Forex in modo altamente specializzato. La mission è quella di creare traders di successo, con un approccio preciso e rigoroso al mercato, mettendo a disposizione la propria esperienza e competenza per diventare un punto di riferimento nel settore.