Deutsche Bank si fonde con Unicredit ?

Scritto il 30 Settembre, 2016 - 8:44 da Fabio Troglia
Pubblicato in
2265 letture
Tag

Deutsche Bank si fonde con Unicredit? Potrebbe essere una idea, ma forse troppo fantasiosa, cerchiamo di capire meglio.

minions-857692l

Ovviamente la mia era una provocazione, ma queste due banche ci dimostrano oggi che i problemi delle banche nati con i Mutui Subprime non sono mai stati risolti, in maniera strutturale. Gli istituti da quel momento hanno iniziato a imbarcare acqua hanno iniziato a veder deteriorati i loro crediti. Le banche centrali hanno vigilato malissimo, hanno concesso fiumi di denaro, che le banche hanno usato per riempirsi solo di titoli di stato o fare piani di buy back sul loro debito. E ora però, che le banche centrali capiscano che anche se farà male sarà necessario una riorganizzazione globale del mondo finanziario, che dovrà ridimensionarsi come numero di filiali, con numero di brands.Questo farà male perché ci saranno cittadini che perderanno soldi, ma questo è un processo naturale verso le persone che non si informano, verso coloro che credono che Mps debba essere salvata, che le banche solo perché grandi non possono fallire.Il mondo si è evoluto, le tecnologie sono cambiate e quindi bisogna fare una cura dimagrante e iniziare da un punto zero di ripartenza.

Ecco come vedo il futuro, ossia le linee guide:

-Poche banche per ogni stato, che faranno da monopolisti a discapito dei consumatori, che non avranno più grandi scelte. In per fare un esempio, vedo ovvia una fusione Unicredit con . Un processo a mio avviso inevitabile.La morte di mille altre banche. In Italia abbiamo spazio per tre grandi brands non di più. In Germania la situazione è anche peggiore perché il livello di risparmio è più basso e quindi c’è meno da mordere.

-In Europa è necessario che la banca centrale diventi con più poterei e che tutte le banche entrino sotto il diretto controllo della Bce. Alla fine, le banche retail devono diventare succursali della Bce che deciderà tutto. Per ottenere questo upgrade di poteri è necessario che cresca la paura, di modo che il popolo abbia il focus su altro e sia disponibile con gioa, a veder usurpato quel briciolo di libertà che ancora possiede.

-Nel futuro sparirà completamente il denaro contante ci sarà solo più quello virtuale, cosi le banche, istituti di carte, potranno fare più profitti, le multinazionali studiare i consumi per poter vendere maggiormente. Evasione ci sarà sempre, ma con sistemi più evoluti, prevalentemente di natura informatica e con spazio globale, insomma sempre una materia a vantaggio degli esperti.

-Moltissimi investitori perderanno il loro capitale, e diranno che la borsa è manipolata, in pochi avranno la liquidità di comperare sulle macerie e diventeranno ancora più ricchi, questa e la storia che si ripete e si ripeterà sempre on un obiettivo e una direzione semplice. Accentrare sempre più il potere verso l’alto, aumentare il gap tra i ricchissimi e i poveri. La classe media si evolverà, una parte entrerà nel giro dei ricchissimi e gli altri i meno lungimiranti, quelli che studieranno di meno finiranno in povertà estrema. Ovviamente io punto alla prima categoria e tu?

Il trading online permette a tutti di partecipare a questo grande movimento, a questo cambiamento con magari la possibilità di essere tra i più bravi e allora..

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.