Dax30, daily short e weekly long.

Scritto il 28 Gennaio, 2014 - 18:27 da Maurizio Orsini
Pubblicato in
1494 letture

Segnali Forex di Price Action
Dax30, la prospettiva di brevissimo periodo è ribassista ma nel settimanale potremmo vedere nuovi movimenti rialzisti per riprendere il trend principale.

Dax30: il cfd dell’indice tedesco non è riuscito, la scorsa settimana, a superare al rialzo la fase di accumulazione sui massimi di 9800 punti e ha stornato con forza al ribasso, rompendo la media mobile 21 ed il livello di supporto a 9400 punti. Nella giornata di ieri ed in quella odierna il Dax30 sta tentando di riportarsi sopra tale livello (ora di resistenza) la cui tenuta confermerebbe la momentanea forza dei venditori. In linea con questa situazione di breve termine potremmo valutare un segnale di trading short proprio in zona 9400 punti per vendere l’indice tedesco con obiettivo la successiva area di supporto statico e dinamico (trendline bullish) 9000. Attenzione però che il time frame settimanale è ancora impostato al rialzo e la media mobile potrebbe incontrare il prezzo proprio in zona 9400 (se lo stesso tenderà ad accumulare qualche seduta) o 9200 (qualora il Dax si avviasse immediatamente al ribasso). Per cui teniamo monitorati questi livello perché su di essi potremmo incontrare dei segnali di price action long che evidenzino una ripresa del movimento rialzista di medio periodo.
dax28

Calendario Forex

Il calendario economico di oggi ci ha presentato il dato sul prodotto interno lordo inglese (in leggera decrescita al 0,7% ma come previsto dagli analisti) e market movers importanti provenienti dagli Stati Uniti, gli ordini dei beni durevoli (in netto calo al -4,3%) e la fiducia dei consumatori (in rialzo, sopra le attese).
I principali indici azionari oggi rimbalzano con migliori performance per Milano e Madrid; leggermente negativa Tokio.
Il Forex evidenzia una giornata di incertezza per il dollaro (in attesa di domani), ripresa per l’euro e per il petrolio.
La giornata di domani sarà particolarmente attesa dai mercati in virtù del meeting di politica monetaria della Fed che “farà luce” sui rumors relativi ad ulteriori tagli degli aiuti monetari, attenzione quindi alla volatilità sugli indici statunitensi e sul dollaro. Ricordiamo anche la seconda riunione di decisione tassi della settimana in Nuova Zelanda con le previsioni degli analisti per una conferma dell’attuale livello del 2,50%.
www.mauriforex.com
http://www.youtube.com/user/QUIFOREX

Chi sono
Maurizio Orsini

Sono un trader indipendente che lavora nel mercato Forex e Cfd con la metodologia della Price Action Daily. Realizzo analisi e negoziazioni senza l’utilizzo di alcuno strumento che non sia il prezzo e con time frames giornalieri e settimanali. Si tratta di un’ operatività professionale e disciplinata che consente di lavorare nel Forex senza stress e con ottimi risultati, economici e di crescita nelle proprie competenze. Laureato in Economia nel 2001 (tesi in Analisi Tecnica dei Mercati Finanziari) completa nel 2002 il MEFIN (Master in Economia e Finanza Internazionale) presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2003 mi occupo di trading, prima nel mercato azionario ed in seguito in quello valutario nel quale lavoro come trader e formatore. Titolare della Mauriforex, realizzo anche consulenza finanziaria indipendente (associato NAFOP) e corsi educational volti a creare figure professionali che operino nel Forex in modo altamente specializzato. La mission è quella di creare traders di successo, con un approccio preciso e rigoroso al mercato, mettendo a disposizione la propria esperienza e competenza per diventare un punto di riferimento nel settore.