Dax30, cambio di trend?

Scritto il 10 Marzo, 2014 - 17:59 da Maurizio Orsini
Pubblicato in
1502 letture

Segnali Forex di Price Action
Dax30, ci troviamo in una fase importante che potrebbe segnare anche un cambio nel movimento di medio termine. Valutiamo un set up di trading short.

Dax30, gli ultimi tre mesi dell’indice tedesco sono stati sicuramente caratterizzati da diversi cambi di direzionalità di breve termine e da una lateralità all’interno di due importanti livelli chiave: 9.000 e 9.800, livello quest’ultimo che rappresenta oltretutto un’area di massimo storico. Il grafico giornaliero evidenzia un movimento del Dax al di sotto della media mobile e della resistenza 9.400 pur avendo delle difficoltà nel superamento della zona intermedia 9.270; questa reazione è dovuta all’arrivo dal basso della EMA 21 nel time frame settimanale! La situazione del Dax è quindi piuttosto delicata in quanto una conferma del movimento ribassista, con violazione del livello appena citato, potrebbe portare all’apertura di posizioni short con maggiore convinzione (vista la possibile inversione del trend di medio termine) anche in relazione ad una potenziale e correlata reazione degli indici americani sui massimi storici (soprattutto lo S&P). Se invece il prezzo dovesse riportarsi al di sopra dei 9.410 punti, magari anche con un segnale long su tale area, potremmo considerare confermata la forza del settimanale e quindi valutare un ritorno verso i massimi storici.
dax10

Calendario Forex
Dopo la fortissima volatilità della scorsa settimana, questi giorni (salvo sorprese dall’Ucraina) dovrebbero essere relativamente tranquilli ed utili per confermare le recenti direzionalità osservate nel mercato valutario.
Le prime notizie di oggi sono giunte dal Giappone con una crescita del prodotto interno lordo pari allo 0,2%, in linea con le previsioni ma inferiore alla precedente rilevazione. Dalla Svizzera abbiamo ricevuto il dato sulle vendite al dettaglio (in forte ribasso) e dalla zona euro la fiducia degli investitori (in crescita ma leggermente sotto le attese).
La prima seduta settimanale è stata negativa per i mercati asiatici (Tokyo cede 1 punto percentuale); anche i listini europei chiudono contrastati influenzati dalla debolezza delle borse americane.
Il calendario macro di domani ci mostrerà la riunione di politica monetaria in Giappone (non sono attesi cambi), la fiducia nell’economia australiana ed una serie di dati provenienti dal Regno Unito: produzione industriale, manifatturiera, stima del prodotto interno lordo.
www.mauriforex.com
http://www.youtube.com/user/QUIFOREX

Chi sono
Maurizio Orsini

Sono un trader indipendente che lavora nel mercato Forex e Cfd con la metodologia della Price Action Daily. Realizzo analisi e negoziazioni senza l’utilizzo di alcuno strumento che non sia il prezzo e con time frames giornalieri e settimanali. Si tratta di un’ operatività professionale e disciplinata che consente di lavorare nel Forex senza stress e con ottimi risultati, economici e di crescita nelle proprie competenze. Laureato in Economia nel 2001 (tesi in Analisi Tecnica dei Mercati Finanziari) completa nel 2002 il MEFIN (Master in Economia e Finanza Internazionale) presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2003 mi occupo di trading, prima nel mercato azionario ed in seguito in quello valutario nel quale lavoro come trader e formatore. Titolare della Mauriforex, realizzo anche consulenza finanziaria indipendente (associato NAFOP) e corsi educational volti a creare figure professionali che operino nel Forex in modo altamente specializzato. La mission è quella di creare traders di successo, con un approccio preciso e rigoroso al mercato, mettendo a disposizione la propria esperienza e competenza per diventare un punto di riferimento nel settore.