Credi all’Isis? Sei un talebano

Scritto il 19 Febbraio, 2015 - 10:00 da Fabio Troglia
Pubblicato in
1593 letture
Tag

Credi all’Isis? Sei un talebano. Spesso ti appaiono delle situazioni,che servono per mascherarne delle altre ci hai mai pensato?

Isis

Isis

Isis, talebani, tutte invenzioni, per creare paura, per creare la necessità che la nazione abbia bisogno di più sicurezza, più investimenti nel business più grande del mondo,la guerra.

Infatti, dopo le recenti invenzioni che l’Isis vuole colpire l’ non pensi che l’acquisto di questi caccia passerà facilmente?

Intanto, tu per farti una radiografica devi andare privatamente,tua figlia non ha la carta igienica a scuola…

Buona lettura:

Il programma F35 prevede l’acquisto da parte dell’Italia di 90 di questi caccia di quinta generazione e il governo, nonostante l’opposizione della sinistra e del mondo pacifista, intende mantenere l’impegno: lo fanno sapere dall’ufficio del Pentagono addetto agli F35 e la notizia viene confermata da autorevoli fonti militari , secondo le quali si sta lavorando per portare a casa quel numero di velivoli ma con un taglio consistente dello stanziamento originario. In serata, arriva la presa di posizione dello stesso ministro della Difesa, Roberta Pinotti, che in un tweet scrive: “Nessuna conferma, nessuna disdetta. Numero di 90 è stato stabilito dal precedente Governo. Il programma prosegue secondo l’illustrazione data al Parlamento”.

Dunque si va avanti secondo i piani originari anche se, viene ripetuto, il programma potrebbe essere ridefinito alla luce delle risultanze del Libro Bianco della Difesa, che sarebbe dovuto essere pronto entro la fine del 2014 e che invece non è stato ancora completato. Nel frattempo, però, tutto resta com’é: il numero di 90 allo stato non si tocca, anche perché si rischierebbe di perdere la manutenzione in Italia, a Cameri (Novara), di tutti gli F35 europei. Fonti italiane che seguono il dossier ricordano che “l’ordine non è stato mai messo in discussione. Anche le varie risoluzioni approvate dal Parlamento nei mesi scorsi prevedevano di proseguire con il programma – sia per esigenze di difesa e sicurezza nazionale, sia per gli importanti ritorni economici per l’industria nazionale – ma contenendo in modo sensibile i costi. E’ quello che il Governo ritiene di riuscire a fare”. Secondo quanto emerso finora, il programma dovrebbe costare all’Italia quasi 14 miliardi (di cui parte del Parlamento ha chiesto il dimezzamento).

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.