Consapevolezza delle nostre decisioni

Scritto il 8 Settembre, 2013 - 11:28 da Fabio Troglia
Pubblicato in
2064 letture
Tag

Consapevolezza delle nostre decisioni.Ogni domenica ci dedicheremo con i mercati chiusi, a rafforzare la nostra mente il nostro pensiero,per essere migliori nella nostra operatività di Trading On line.

Consapevolezza

Consapevolezza

La Consapevolezza che siamo noi al centro del mondo,siamo noi gli artefici della nostra vita presente e quindi futura, è un passaggio fondamentale anche se faticoso.Sapete perchè? Elimina tutti gli alibi che noi ci possiamo dare..non è più colpa della crisi,della sfortuna o di altri fattori esterni,ma semplicemnete da come noi decidiamo di vedere tali accadimenti,come dei fatti che esistono e quindi cercare di sfruttarli oppure di autocommiserarci.Nel trading la consapevolezza è tutto,anche se ci sono persone che attibuiscono i loro insuccesi alla piattaforma,agli ordini asteriscati,alla situazione internazionale…questi sono tutti fattori, elementi che fanno parte della nostra professione cari traders,quindi il successo o l’insucesso dipende solo da noi e da nessun altro.Leggetevi questo breve estratto e se avete voglia il libro di questa autrice,penso vi potrà aiutare nel vostro percorso di consapevolezza personale.

 

Tratto dal libro: Tu puoi trasformare il tuo mondo

Riconoscere che le nostre decisioni creano la nostra esistenza è un concetto che i più hanno difficoltà a recepire, e capisco che non tutti siano inclini ad un tale livello di autoindagine né siano pronti ad affrontarla. Occorrono un notevole coraggio e una grande disciplina per analizzare il ruolo che abbiamo avuto e continuiamo ad avere nei fatti che avvengono intorno a noi. In genere ciò non accade finché non ci ritroviamo ad affrontare situazioni che risvegliano in noi un inconsolabile e disperato bisogno di cambiamento: l’abbandono apparentemente ingiustificato di un coniuge, la diagnosi di una malattia grave, la perdita del lavoro o la fine di una carriera. Ogni tipo di crisi personale può gettarci in un abisso di disperazione: tocchiamo il fondo – la cosiddetta notte buia dell’anima – e siamo spinti a indagare sulle ragioni del perché siamo giunti a vivere una realtà tanto pesante. Potremmo chiederci cosa abbiamo fatto per meritare quelle conseguenze tragiche, ma troppo spesso in tale ricerca di risposte siamo fuorviati da ombre e illusioni; quindi, nel tentativo di metabolizzare l’avvenimento, inventiamo storie in cui qualcuno o qualcosa veste i panni del cattivo ed è causa della nostra sofferenza.

Alcuni, come me, possono aggrapparsi all’idea di avere ragione (persino quando non ne hanno); altri si lanciano in critiche o si adagiano nella parte della vittima. Sono tutte forme di sofferenza autoinflitta che ci lasciano con un senso di frustrazione e impotenza. Fingiamo di non avere un ruolo in quel che succede attorno a noi e, in questo modo, perdiamo la capacità di comprendere ciò che abbiamo fatto noi stessi per creare la situazione indesiderata. E, cosa ancora più rilevante, sprechiamo la capacità di costruire la vita soddisfacente che desideriamo davvero. Prima o poi, tuttavia, arriva un momento in cui nelle profondità del nostro animo non possiamo più ignorare di essere gli artefici del caos che ci circonda: tale accettazione ci permette di gettare la spugna, di abbracciare la nostra vulnerabilità e dire: “D’accordo, mi arrendo. Ho bisogno di aiuto”. Dopo aver capito che siamo noi a creare tutto – il bello, il brutto e il pessimo – e che non siamo vittime del capriccio del destino o di un Dio cattivo e implacabile, possiamo prendere consapevolmente le decisioni che ci sono più utili.

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.