Comprendere l’impatto delle banche centrali sul mercato finanziario: cosa devi sapere

Scritto il 25 Gennaio, 2023 - 7:36 da Fabio Troglia
Pubblicato in
148 letture
Tag

Oggi discutiamo dei tassi di interesse e del mercato perché vediamo che sono strettamente collegati.

Oggi è più importante vedere come si comportano le banche centrali rispetto a osservare ciò che accade nei bilanci delle aziende. Ciò è dovuto al fatto che gli interventi delle banche centrali sono diventati così forti e importanti in termini di denaro investito che sono quelle che maggiormente influiscono sul mercato. In dettaglio, ciò che vediamo oggi in questi grafici è che il rendimento a 10 anni sta continuando a scendere.

Quindi, se ricordiamo i precedenti podcast, abbiamo parlato della necessità del mercato obbligazionario di trovare un fondo con una probabilità molto elevata. Ora possiamo confermare che il livello del 4,2% perché da quel prezzo i prezzi sono continuati a scendere, creando varie onde e quindi determinando un momento di inversione. Quindi ciò che è successo è che da quel momento in poi, quando i tassi di interesse hanno iniziato a scendere, le opzioni per gli investitori di investire in qualcos’altro oltre al mercato azionario sono iniziate a scarseggiare.

Quindi, poiché la discesa dei tassi è probabile che continui, probabilmente vedremo una rottura rialzista del Nasdaq, ma semplicemente perché c’è un equilibrio tra costo e opportunità. In altre parole, non ci sono più alternative all’investimento azionario e quindi inizierà a salire, quindi probabilmente ciò che dovremmo cercare nei prossimi giorni, settimane e mesi è un nuovo minimo del rendimento per il bond americano a 10 anni e un nuovo massimo per il Nasdaq. Naturalmente, ciò che non possiamo sapere è l’intensità, cioè se farà nuovi massimi storici assoluti? No, non lo sappiamo, ma abbiamo la probabilità che esploderà al rialzo da questo box in cui è entrato. D’altra parte, abbiamo i rendimenti che stanno scendendo, i grafici che ti ho mostrato in basso. Invece, il secondo grafico rappresenta le correzioni, sono due ETF, uno con bond a lungo termine, vent’anni e uno con scadenze a dieci anni. Notiamo che il prezzo è alto, quindi il rendimento è basso, stanno cercando di rompere
#banchecentrali #economia #mercatofinanziario #tassidinteresse #politicamonetaria #investimenti #stabilitàeconomica #pandemia #crisifinanziarie #FederalReserve

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.