CLO FINANZIARI, PERCHE’ DEVI CONOSCERLI?

Scritto il 26 Giugno, 2019 - 15:13 da Fabio Troglia
Pubblicato in
1676 letture

Clo, uno strumento ad oggi poco conosciuto,ma che nel brevissimo potrebbe diventare molto famoso,scopriamo insieme il motivo?

CLO strumenti finanziari
CLO strumenti finanziari

Fonte Trecani:

CLO (Collateralized Loan Obligation) Obbligazione garantita da collaterale (➔) nella forma di crediti originati da prestiti (➔ CMO). Rientra nella più generale classe dei CDO (➔), obbligazioni garantite da vari tipi di collaterali. Consiste nel raggruppare una molteplicità di crediti di taglio medio-alto, concessi da istituzioni finanziarie (dette originatori), tipicamente nella forma di prestiti sindacati (➔ prestito) accordati per le esigenze di finanziamento di particolari operazioni imprenditoriali, come le operazioni di leveraged byout (➔) da parte di manager, o di espansione per acquisizione da parte di aziende prive del capitale di rischio necessario allo scopo. I crediti vengono conferiti a un’entità finanziaria intermediaria, che provvede a emettere obbligazioni per un importo corrispondente al volume dei crediti raggruppati, dopo aver preventivamente proceduto a una operazione di tranching. Essa consiste nella suddivisione del volume globale del credito raggruppato in parti (tranche), aventi differente priorità nel rimborso del debito. Tali obbligazioni sono usualmente collocate presso investitori istituzionali a condizioni di prezzo o di tasso evidentemente diverse, per compensare la maggior rischiosità delle tranche a bassa priorità, che sono le prime a essere colpite da eventuali insolvenze dei debitori. Gli investitori istituzionali provvedono, a loro volta, a diffondere presso il pubblico almeno una parte delle varie tranche obbligazionarie.

Nel 2019 le emissioni di Clo ha raggiunto un record assoluto storico superando i 14 Bilion emessi nel 2018.Nasce quindi, un evidente campanello di allarme di come i tassi troppo bassi e le disperata ricerca di rendimento, di creare/cercare profitto stia mettendo di nuovo il settore finanziario in un circuito di interconnessioni molto pericolose. Infatti creare degli strumenti finanziari che hanno al di sotto una serie di altri strumenti ad essi correlati, crea un aumento del rischio enorme.Crea inoltre un effetto a catena molto importanti con conseguenze inimmaginabili.

Da aggiungere inoltre che la portata del rischio oggi, con importi maggiori rispetto al passato non può che aumentare il rischio e quindi ogni volta che si verifica una dinamica negativa, essa diventa in proporzione sempre più violenta della passata.

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.