Chf-Yen, siamo sui massimi storici!

Scritto il 22 Agosto, 2013 - 20:57 da Maurizio Orsini
Pubblicato in
1971 letture

Chf-Yen, il cross si trova su un livello di prezzo storico (l’area di resistenza 107,50/108) sul quale un segnale di price action short sarebbe molto interessante per valutare una nuova discesa.

Chf-Yen: dopo un bel movimento rialzista iniziato a fine 2012, il prezzo di Chf-Yen ha intrapreso un movimento laterale compreso tra il livello di supporto 102 e quello di resistenza 107,50 che corrisponde anche ad un’area di massimo storico per questa coppia. Se l’analisi tecnica del grafico daily dovesse mostrarci un chiaro segnale di price action ribassista, anche se in controtrend di breve termine, potremmo valutare l’apertura di una posizione in vendita di Chf-Yen con primo target sulla parte inferiore del range (102) e successivamente, in caso di continuazione ribassista, in area 98. In tal senso l’analisi giornaliera potrebbe essere coadiuvata dallo studio del grafico H4 (al fine di trovare migliori opportunità da un punto di vista rischio/rendimento) e dall’analisi delle altre coppie con lo Yen che, per correlazione, potrebbero confermare (oppure no!) un ritorno alla forza della valuta nipponica.
chfyen22

Finestra macroeconomica

Come evidenziato nell’articolo di ieri, la comunicazione della Fed in merito al piano di aiuti monetari ha generato l’attesa volatilità nei mercati azionari americani (ieri in forte caduta ed oggi in recupero) e nel dollaro (in ripresa). Le borse asiatiche hanno scontato oggi tali effetti con una seduta negativa mentre i listini europei hanno maggiormente beneficiato dei positivi dati manifatturieri e della possibilità di un rinvio nella tempistica operativa della Federal Reserve.
Oggi abbiamo ricevuto i dati sulla produzione manifatturiera in diverse aree geografiche: Cina, Germania e zona euro (tutti al di sopra delle attese), Stati Uniti (leggermente sotto le aspettative). Evidenziamo inoltre il dato sulle vendite al dettaglio in Canada (in rialzo rispetto ai precedenti dati negativi) e sulle richieste di sussidi alla disoccupazione in America (anche questa volta in negativo e cioè superiori al dato precedente ed alla previsione).
Nel mercato Forex continua la forza dell’australiano, trainato dalla buona performance del PMI cinese, la debolezza dello Yen ed il recupero del dollaro.
Domani il calendario economico ci presenterà il prodotto interno lordo in Germania e Gran Bretagna, l’inflazione in Canada, la fiducia dei consumatori nell’eurozona.
www.mauriforex.com

Chi sono
Maurizio Orsini

Sono un trader indipendente che lavora nel mercato Forex e Cfd con la metodologia della Price Action Daily. Realizzo analisi e negoziazioni senza l’utilizzo di alcuno strumento che non sia il prezzo e con time frames giornalieri e settimanali. Si tratta di un’ operatività professionale e disciplinata che consente di lavorare nel Forex senza stress e con ottimi risultati, economici e di crescita nelle proprie competenze. Laureato in Economia nel 2001 (tesi in Analisi Tecnica dei Mercati Finanziari) completa nel 2002 il MEFIN (Master in Economia e Finanza Internazionale) presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2003 mi occupo di trading, prima nel mercato azionario ed in seguito in quello valutario nel quale lavoro come trader e formatore. Titolare della Mauriforex, realizzo anche consulenza finanziaria indipendente (associato NAFOP) e corsi educational volti a creare figure professionali che operino nel Forex in modo altamente specializzato. La mission è quella di creare traders di successo, con un approccio preciso e rigoroso al mercato, mettendo a disposizione la propria esperienza e competenza per diventare un punto di riferimento nel settore.