Cercare lavoro a Dubai: i consigli utili

Scritto il 23 Luglio, 2015 - 14:00 da Redazione
Pubblicato in
5345 letture
Tag

Cercare lavoro a Dubai: i consigli utili. Se cerchi lavoro a Dubai, o negli Emirati, è importante che tu conosca alcune informazioni che possono risultarti preziose per la buona riuscita del tuo colloquio qui.

cercare lavoro a Dubai

cercare lavoro a Dubai

Il tasso di disoccupazione negli Emirati Arabi è del 2.6% e l’obiettivo del Governo locale è quello di far sì che questo dato scenda fino all’1% entro il 2021. Niente male rispetto al 12.4% italiano! Questo, unito al fatto che qui il mercato del lavoro offre molteplici opportunità, è uno dei motivi che sta spingendo tanti italiani a cercare lavoro negli Emirati.

Cominciamo dal curriculum, che deve includere tutti i tuoi dati personali (nome, data di nascita, sesso, cittadinanza e stato civile), le informazioni di contatto (e-mail, numero di cellulare locale, profilo Linkedin) e altre informazioni quali il tipo di visto che possiedi, se hai la patente di guida emiratina, ecc. Il tutto correlato da una bella foto professionale a mezzo busto.

Il curriculum deve essere chiaro, le tue abilità principali subito evidenti; è inoltre utile spiegare come alcune tue abilità siano state utili nelle aziende precedenti. Considera che solitamente le aziende locali contattano gli ex datori di lavoro per chiedere le referenze, quindi non barare!

Passiamo ora ai canali più efficaci per la ricerca del tuo impiego. I migliori siti web per inserire il tuo curriculum sono Bayt.com, Gulftalent.com, Monstergulf.com e Linkedin. Molte agenzie di collocamento cercano i propri candidati su questi siti e li contattano direttamente per fissare colloqui di lavoro. Una cosa fondamentale a Dubai, in ogni settore, è il networking. Si tratta di essere presenti a manifestazioni, eventi, cene e incontri nel tuo settore di riferimento o nel settore in cui intendi lavorare, tutto questo infatti moltiplica le tue opportunità di creare contatti. A Dubai non c’è tempo da perdere, il mercato è rapido e in continuo cambiamento e non aspetta i pigri!
Plus500

Parliamo infine del contratto di lavoro. A Dubai potrai trovare contratti “limited” (a tempo determinato) oppure “unlimited” (a tempo indeterminato). A prescindere dal tipo di contratto, il datore di lavoro è tenuto a fornire e a pagare il visto di lavoro, la labor card e l’assicurazione medica (attualmente obbligatoria solo per le aziende con più di 100 dipendenti, ma entro la fine di giugno 2016 sarà obbligatoria per tutti). Il periodo di prova varia dai 3 ai 6 mesi, durante i quali entrambe le parti possono rescindere il contratto senza fornire motivazioni o avviso. In questo caso il datore di lavoro non sarà tenuto a pagare una liquidazione al dipendente, e il congedo per malattia non è retribuito.

Non improvvisare, pianifica tutto nel dettaglio, sii serio e preparato, cura la creazione del tuo curriculum e tutti i dettagli ad esso correlati e… in bocca al lupo!

 

Fonte: Dubaitaly.com

Chi sono
Avatar