Catastrofe finanziaria? Ecco il livello da monitorare

Scritto il 6 Luglio, 2015 - 16:35 da Fabio Troglia
Pubblicato in
2355 letture
Tag

Catastrofe finanziaria? Ecco il livello da monitorare. Dopo eventi di grande impatto è fondamentale esaminare la reazione dei livelli di mercato.

catastrofe finanziaria

catastrofe finanziaria

 

A mio avviso il livello di mercato più importante che devi monitorare oggi, per capire se ci sarà o meno una catastrofe finanziaria si chiama: Euro Dollaro e il livello chiave è 1.1.

Oggi il mercato, dopo la vittoria del “No” si è schiantato contro questo livello, andando con i prezzi anche sotto, ma dopo i prezzi hanno retto e ora si vede qualche timido segnale di reazione.

 

Perché si tratta di un livello chiave?
Plus500
Perchè se viene rotto, lo farà per sfiducia verso il sistema euro e questo è un serio problema.Un prezzo racchiude in se tante cose, il livello a cui arriva, la velocità con cui ci arriva, ci racconta una storia.In questo caso, ci arriverebbe per una paura grande, che la Grecia sia solo la punta dell’Icebreg e che il progetto Europa è fallito.

Al momento, vista la reazione dei mercati, oltre che su Euro Dollaro anche sullo Yen, il mercato crede impossibile questo scenario, anche se meno che in passato e vuole reagire, ma rispetto al passato non stiamo parlando più di un sogno incredibile, ma stiamo camminando su un sentiero molto pericoloso.

Da quello che ho visto io oggi nei prezzi, la mia sensazione che gli investitori credano ancora in un accordo e se ci sarà, in un momento come questo di grande paura sarà davvero violento, sulla base di questo ragionamento oggi ho fatto un po di shopping sul mercato, come puoi vedere scaricando il Portafoglio azionario.

Bisogna avere una strategia seria e una gestione del money management, che quoti tutte le possibilità, ma che sappia come difendersi in caso in cui succeda l’inimmaginabile, perché nulla è impossibile nei mercati

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.