Cash is king nel 2019

Scritto il 13 Febbraio, 2019 - 10:08 da Fabio Troglia
Pubblicato in
1948 letture
Tag

Oggi analizziamo un grafico molto interessante.Ci racconta come il cash sia tornato un asset importante nei grandi portafogli

cash is king

Gli investitori con $ 515 miliardi esaminati da Bank of America Merrill Lynch non sono convinti dal rally azionario del nuovo anno e preferiscono il denaro alle azioni.

Le allocazioni azionarie globali a febbraio sono scese al livello più basso da settembre 2016, secondo BofA, anche se l’indice MSCI All Country World è quasi l’8% nel 2019. Ciò indica una profonda mancanza di convinzione nella sostenibilità del rimbalzo tra i commercianti. La quota di investitori che ritengono che l’indice S & P 500 abbia raggiunto il picco a 2.931 è balzata al 34 percento questo mese da appena l’11 percento di settembre.

si riferisce ai commercianti con $ 515 miliardi di boicottaggio di azioni per contanti nonostante il rally
I gestori monetari sono invece passati alla liquidità, portando l’allocazione netta al 44%, il più alto sovrappeso dalla crisi finanziaria del 2009, secondo BofA. Tuttavia, gli strateghi ritengono che la titubanza degli investitori sarà favorevole per i mercati nel corso di questo trimestre e l’indicatore del saldo di cassa di BofA sta attualmente lampeggiando un segnale di acquisto contrarian, ha detto la nota.

“Il sondaggio del gestore di fondi di febbraio mostra una grande rotazione da titoli azionari in denaro”, hanno detto in una nota gli strateghi di BofA guidati da Michael Hartnett. Esso “non mostra un miglioramento nel sentimento degli investitori; diciamo che il posizionamento al ribasso degli investitori rimane positivo per il primo trimestre per i prezzi delle attività “.

L’allocazione negli Stati Uniti è scesa al livello più basso tra 9 mesi e al 3% sottopeso, con la regione che è la seconda meno favorita tra i gestori di fondi, afferma la nota. Per contro, le azioni della zona euro hanno visto un balzo in avanti dell’allocazione a un sovrappeso del 5%, ponendo fine a una serie di tagli agli investimenti di 18 mesi. L’esposizione ai titoli dei mercati emergenti ha continuato a salire al 37% in sovrappeso.

si riferisce ai commercianti con $ 515 miliardi di boicottaggio di azioni per contanti nonostante il rally
Il periodo di indagine ha attraversato la settimana fino al 7 febbraio e ha incluso 173 partecipanti con 515 miliardi di dollari in gestione.

Altre cose citate nel sondaggio includono:

Le aspettative dell’economia mondiale sono aumentate a febbraio, ma in misura modesta, da livelli estremamente bassi, con due terzi degli investitori che si aspettano ancora una crescita più lenta nei prossimi 12 mesi
Il sondaggio mostra un nuovo massimo nel numero di investitori che chiedono alle aziende di ridurre la leva finanziaria, mentre gli investitori che favoriscono i dividendi e i riacquisti sono ai minimi storici
Le operazioni più affollate sono i mercati emergenti lunghi, il dollaro USA lungo e le azioni FAANG + BAT lunghe

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.