Burj al-Arab, la luce che ti può ingannare

Scritto il 20 Novembre, 2013 - 18:46 da Fabio Troglia
Pubblicato in
2237 letture
Tag

Burj al-Arab, la luce che ti può ingannare.Eccomi di nuovo a parlarvi di Dubai,scusate la mia assenza,ma tra mille appuntamenti e i mercati finanziari sono davvero molto impegnato.

Burj Al Arab

Burj Al Arab

Oggi siamo andati a fare un giro al Burj al-Arab,meglio conosciuto ai più, come l’hotel a forma di vela, l’hotel a 7 stelle.In realtà siamo andati a fare un giro nella zona, perché, dopo aver chiesto un po’ di informazioni a persone locali, tutti ci hanno descritto il Burj al-Arab come una trappola per turisti, dove tutto costa smodatamente caro e la qualità del cibo, in rapporto, è scadente.Per darvi un’idea una zuppa costa 65 euro, una cena basic costa 300 euro a persona. Nonostante ciò, abbiamo deciso di fare un giro nella zona, dove ci sono molte case dei locali, villette bi familiari carine, tutte con muri alti di modo che le donne siano libere di girare senza veli, una bella paseggiata in una grande spiaggia di sabbia finissima. Questo, insieme alla gita dell’acquario di ieri e a mille altre esperienze di vita, ci hanno insegnato una grande lezione: spesso l’apparenza inganna, ed è necessario conoscere bene la mentalità del posto e quali sono i loro obiettivi. Dubai è stupenda,ma spesso le cose più belle sono le meno publicizzate ed è per questo che spesso le persone che stanno a Dubai per qualche giorno e fanno il giro di queste, rimangono deluse,perchè non hanno conosciuto la vera Dubai.

Dal punto di vista professionale è la stessa cosa,qui si sta assistendo ad una vera e propria corsa all’oro,ma la freneticità è sinonimo di improvvsiazione da parte dei professionisti, che spesso a domande precise,mi hanno dimostrato grosse lacune.Per questa ragione, che immaginavo,ho deciso di trascorrere 1 mese in loco,per conoscere tanti professionisti e poter scegliere il meglio.Devo dire che sono arrivato ad un punto interessante e sono pronto a siglare importanti accordi.Lavorare a Dubai è stimolante,ma ricco di mille particolarità e di una cultura quella musulmana,totalmente differenti dalla nostra,quindi qui non ci si può improvvisare,ma bisogna studiare tanto,confrontarsi con professionisti seri e stare sul posto,solo in questo modo si ha la possibilità di crescere.

Prossisamente vi racconterò le mie conclusioni e che cosa ho deciso di fare in Uae…

 

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.