Btp italiani, perchè è meglio venderli?

Scritto il 19 Ottobre, 2014 - 16:19 da Fabio Troglia
Pubblicato in
2555 letture
Tag

Btp italiani, perché è meglio venderli? Io come sai sono sempre stato uno che negli ultimi anni ha detto di comperare Btp,li ho comperati quando nessuna li voleva, ma ora la situazione è cambiata.

Btp italiani

Btp italiani

Giovedì ho venduto i miei Btp 2040 comperati a 75 in piena crisi quando nessuno li voleva,li ho rivenduti a 120 qualche giorno fa, ma perché?Vediamo insieme il grafico dei Btp italiani e facciamo alcune considerazioni:

-Se noti l’andamento del Btp è praticamente un super trend long,ho evidenziato, in basso nella zona dei volumi i movimenti durante le prese di beneficio.Come puoi notare nell’ultrimo ribasso esso è stato molto più accentuato,ma soprattutto con volumi crescenti in vendita.Segno che qualche fondo sta alleggerendo sempre in maniera più pesante.

-Il 28 Settembre abbiamo avuto uno scandalo chiamato Pimco qui sotto se hai piacere di leggere articolo:

https://www.fabiotroglia.com/banche-italiane-3-motivi-chiudere-subito-il-conto-8567

Questo per me era già stato un campanello di allarme, questa settimana vedo la rottura della trend line discendente con fortissimi volumi,l’aviso per me diventa un chiaro monito di vendita.

-La Bce nella sua manovra di Quantitative easing ha dichiarato che non comprerà come si pensava all’inizio titoli di stato,ma darà soldi alle banche, quindi non esiste nessun paracadute reale sui Btp italiani come per i titoli di debito periferici.

Ora i prezzi nel breve possono andare a 130 nuovamente, dove abbiamo il Poc di livello,ma quella deve essere un occasione per chi ancora non lo ha fatto di liquidare tutte le posizioni di Btp che detiene in portafoglio.

Sui mercati si stanno creando nuove opportunità nel mercato obbligazionario che noi sfrutteremo e che io condividerò sempre nel mio Portafoglio obbligazionario in tempo reale,ma c’è un momento in cui e bene prendere profitto senza affezionarsi ai titoli.

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.