Borse mondiali, umore degli investitori

Scritto il 26 Luglio, 2013 - 16:34 da Fabio Troglia
Pubblicato in
3048 letture
Tag

Borse mondiali, umore degli investitori.Nel dettaglio mi riferisco alla volontà degli investitori che contano di uscire dall’azionario americano,non si sa se per rientrare nell’obbligazionario o per stare alla finestra,ma la tendenza è molto evidente.

Borse mondiali

Borse mondiali

Nel primo grafico notiamo l’aspetto umorale secondo cui gli investitori soprattutto neofiti o retail in generale si approcciano al mercato,ora notiamo che siamo in una fase di euphoria,in cui non si rendono conto che gli aiuti della Fed non saranno eterni e sono convinti che il mercato possa salire sempre.

Negli altri due grafici invece vengono riportati gli acquisti reali in ternini di dollari investiti da parte degli investitori istituzionali e quelli retail.Direi che la dinamica e abbastanza chiara gli investitori istituzionali credono che per le borse mondiali,qui nel dettaglio la borsa Usa sia giunto il momento di lasciar il passo al retail.Quindi mentre gli istituzionali approfittano della situazione di mercato per prendere profitto gli investitori retail comprano a mani basse.Molto bene io aggiungo.

 

 

Investitori istituzionale e retail

Investitori istituzionale e retail

 

Altra domande che molti si fanno, sia se gli istituzionali andranno a dirigere i loro investimenti di nuovo sull’obbligazionario…qui la risposta è più complessa, io penso che inizalmente staranno alla finestra per vedere come il mercato-alternativa si muoverà e soprattutto, se questo nuova discesa sarà breve o strutturale.Nel secondo caso penso sia probabile un ritorno ancora verso gli obbligazionari,ma questo scenario è da verificare.Quello che è chiaro da questi grafici è l’uscita degli investitori che contano dal mercato Usa, e invece un massiccio investimento del settore Retail,questo spiega anche i bassi volumi che si hanno nelle salite per Sp500 ma in generale nelle borse mondiali.

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.