Borsa di Milano, vediamo il suo stato di salute

Scritto il 23 Luglio, 2013 - 8:47 da Fabio Troglia
Pubblicato in
2136 letture
Tag

Borsa di Milano, vediamo il suo stato di salute.Oggi ritorniamo ad analizzare dal punto di vista dell’analisi tecnica l’andamento della Borsa di Milano, che in questi giorni sembra essere migliore di altre.

Borsa di Milano

Borsa di Milano

Come sempre per chi ha piacere qui la storia relativa all Borsa di Milano nel mio precedente post:

http://www.fabiotroglia.com/ftsemib-a-2046

La Borsa di Milano come sua caratteristica di altissima volatilità, sembra sempre voler negare la sua direzione,ma poi alla fine con un po di magia recupera.Quindi ora stiamo affrontando un nuovo ciclo che di medio lungo termine è negativo, quindi per coloro che oggi operano al rialzo sulla Borsa di Milano devono sapere che stanno andando contro trend,questo lo dico per una corretta valutazione del rischio.

Fatta questa doverosa precisazione,vediamo che il Ftse Mib ha spazio di risalita sino in area 17000 mila punti, area di probabile formazione di un secondo massimo di periodo il primo del nuovo ciclo e poi dovrebbe iniziare nuovamente la forza ribassista.

Quindi dal punto di vista dell analisi tecnica, dovremmo vedere nel prossimo mese, una andamento della Borsa di Milano positivo con raggiungimento del target di 17000 mila punti.Io come sapete non opero in questo trend, perché non è quello principale e si sa che l’indice italiano è troppo più variabile a fattori esogeni che economici, che per me è molto simile ad un Casinò piuttosto che ad un indice.Sulla base di questo ragionamento, vi spingo a fare molta attenzione alla sentenza di Berlusconi del 30 Luglio,se essa sarà negativa…ma capite bene che fare trading, investire i propri soldi, dovendo tener presente tutte queste variabili,risulta a mio avviso impossibile.

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.