Banche italiane: 3 motivi per chiudere subito il conto

Scritto il 28 Settembre, 2014 - 16:33 da Fabio Troglia
Pubblicato in
2989 letture
Tag

Banche italiane: 3 motivi per chiudere subito il conto. Oggi vorrei affrontare con te, in maniera oggettiva, la situazione a cui le banche italiane stanno sottoponendo i loro correntisti a loro insaputa.

Banche italiane

Banche italiane

Premetto come ben sai, il mio è un elenco di fatti oggettivi e possibili ripercussioni reali e concreto che ti possono accadere se decidi di detenere i tuoi risparmi nelle banche italiane:

-Oggi fare un portafoglio obbligazionario con le banche è sempre più difficile perché? Semplice, tutti gli istituti italiani sfruttando la pigrizia dei cittadini italiani, hanno ristretto le possibilità che ha un cittadino di acquistare titoli obbligazionari. Oggi rispetto al passato molte obbligazioni seppur siano emissioni sovrannazionali, non sono più acquistabili dal correntista italiano perché? Semplice se il cittadino italiano è pigro e ha dei soldi in un conto e li deve allocare, se ti tolgo alternative tu alla fine sei costretto a comperare quello che la banca ti permette di comperare ossia? Fondi, obbligazioni di banche italiane o ancor meglio i famosi Btp .Io penso che se una banca ti priva delle libertà di scegliere il meglio per te non sia positivo per me cliente.

-Caso Pimco.Per chi non lo sapesse ai vertici della Pimco il più grande fondo obbligazionario al mondo, ci sono stati un po di problemi…sui giornali più importanti potete leggere la storia, ma a noi trader ed investitori che cosa interessa? Che la Pimco, nel dettaglio Bill Gross ha creduto molto nei Btp italiani e molto nei Bond europei, ora il nuovo management avrà la stessa visone dei Btp italiani? Se cominciasse una massiccia vendita di Btp italiani come andrebbero i bilanci delle banche italiane che hanno fatto profitti solo dalla salita del mercato dei Bond? Lascio a te la risposta.L’andamento dei Btp in questa fase va accuratamente osservato dopo questa recente avvenimento.

-Multa alla Barclays.Quale multa ha preso? Semplice sembra che la cara banca di Londra, non tenesse poi cosi separati i patrimoni obbligazionari dei propri clienti da quelli della società.Questo che cosa significa? Che oggi è importante verificare che il tuo patrimonio obbligazionario sia veramente separato da quello dell’istituto, soprattutto se l’istituo come quelli italiani hanno delle anomalie e si trovano in situazioni non cosi interessanti.

Per il momento spostare i propri soldi al di fuori dell’Italia è possibile ed è legale, ci sono tante opportunità che si possono valutare, che danno condizioni e vantaggi super, ma la cosa più importante che ti garantiscono la tutela dei tuoi sudati risparmi.Per informazioni puoi senza impegno scrivermi a fabio.troglia@gmail.com sarò lieto di darti una valida alternativa di modo che tu ti possa rendere conto che fuori dall’Italia c’è un mondo ricco di opportunità.

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.